Trattino basso o Trattino Underscore vs Dash – o _ in URL

trattino vs underscore

1
3389
Trattino basso o Trattino Underscore vs Dash – o _ in URL
Trattino basso o Trattino Underscore vs Dash – o _ in URL

TRATTINO o TRATTINO BASSO
DASH vs UNDERSCORE

SEO SOTTO CONTROLLO

Una domanda che mi viene posta spesso è: se nella costruzione di un URL sia meglio utilizzare il trattino, per intenderci il meno o l’underscore in inglese ovvero il trattino basso.
Questo articolo fornisce la risposta definitiva alla domanda.
Spesso i miei amici mi chiedono cosa sia meglio fare per il loro siti, una domanda frequente è proprio: “cosa è meglio utilizzare per gli URL di pagina Trattini o Underscore“. Il mio consiglio è sempre di cambiare gli URL di pagina da ‘keyword1_keyword2’ (underscore)/trattino basso a ‘keyword1-keyword2’ dash/(trattino).

TRATTINO BASSO IN URL

Ora vi spiego il perchè:
Seo e costruzione dell’url

  1. Prima di tutto perchè il trattino “-” a differenza del trattino basso si legge meglio.
  2. Secondo vi riporto una parte di un post di google (scusate se la traduzione non è ottimale), “trattini vs. underscore“, se si dispone di un URL del tipo ‘keyword1_keyword2’ Google restituisce solo quella pagina, se l’utente ricerca ‘keyword1_keyword2’ (cosa che non accade quasi mai).
    Se si dispone di un URL del tipo ‘keyword1-keyword2’, questa pagina può essere restituita per le ricerche per ‘keyword1’, ‘keyword2’, e anche ‘keyword1 keyword2’.

Matt Cutts, capo della squadra di spam di Google Web e webmaster di aiuto, suggerisce che l’underscore dovrebbe essere evitato negli url perché i trattini bassi ovvero gli underscores sono normalmente utilizzati dai programmatori mentre scrivono algoritmi e possono confondere (cosa non rara) i robot di ricerca. Matt quindi suggerisce di usare il trattino, dash in inglese, come separatore di parole nell’URL.

Esempio:
https://segreti.it/piu-vecchi/ SI
https://segreti.it/piu_vecchi/ NO

Approfondimento:

  • La differenza tra – e _ è quasi infinitesimale
  • I motori di ricerca hanno fatto notevoli passi avanti nell’indicizzazione ora indicizzano tranquillamente anche alcuni segni della punteggiatura vedi “- : ! ? .”, numeri o simboli “& # % | + _”.

Un po’ di storia:
Il trattino basso (conosciuto anche con il nome inglese underscore) è il carattere « _ », che si può digitare con la tastiera italiana tenendo contemporaneamente premuti il tasto maiuscolo, o ⇧ Shift in inglese, e il tasto dove è raffigurato il tratto d’unione. Il suo codice ASCII è il 95.
È un carattere ereditato dalla macchina per scrivere. Prima della diffusione dei computer e dei programmi di videoscrittura, il trattino basso era l’unico modo per sottolineare una parola. Infatti, per creare una sottolineatura, la parola veniva battuta per intero, poi bisognava riportare il carrello della macchina per scrivere all’inizio della parola stessa e mettere sotto ogni carattere un trattino basso.
In campo informatico è spesso usato al posto dello spazio. (fornte WIKIPEDIA).

Carattere ASCII

ALT + 045 DASH trattino
ALT + 095 _ Underscore trattino basso

La lista completa dei caratteri ascii la potete trovare qui

Curiosità!!!
Questa è l’eccezione che conferma la regola.
Tutti gli URL di WIKIPEDIA sono fatti con il “trattino basso”
ANALIZZIAMO IL DATO
è solo un eccezione e fa capire quanto piccola sia la differenza di indicizzazione, e quanto sia importante chiamarsi wikipedia
– il Page rank di wikipedia è altissimo “7”
– ha milioni di ricerche giornaliere.
– tutte le ricerche fatte su wikipedia sono molto mirate
Per Wikipedia non c’è differenza se utilizzare il trattino classico od il trattino basso proprio perchè è wikipedia, sicuramente gli fa comodo essere indicizzato su google per la parola precisa e non per il senso.

Trattino basso e redirect

Attenzione!!!
301 Redirect
Per spostare le vostre pagine da una posizione all’altra serviamoci dell 301 redirect .
Per non perdere l’indicizzazione dei vostri post su Google non dovere dimenticare di informare Googlebot e gli altri crawler dei motori di ricerca che la vostra pagina è stata spostata in una posizione “permanente” aggiungendo 301 redirect al file ‘.htaccess’ del tuo sito web.

ESEMPIO:

1
2
3
4
5
Redirect 301 /old_directory http://www.example.com/new-directory

Redirect 301 /old_page.html http://www.example.com/new-page.html

Redirect 301 /old_directory/old_page.html http://www.example.com/new-directory/new-page.html

Possiamo notare che il primo URL include solo le directory (se presenti) ed il nome del file.
Il secondo URL deve includere il dominio, oltre alla directory (se presenti) e nome di file.
Questo perché il reindirizzamento può puntare a un file su un altro dominio – non deve essere necessariamente sullo stesso dominio.

Conclusione
Tra trattino ed il trattino basso negli url il vincitore è sicuramente il trattino semplice.

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome