Come ammorbidire il cuoio

0
30
come ammorbidire il cuoio

Il cuoio è un materiale particolare e di difficile manutenzione. Come ogni materiale ricavato dalla pelle di animale, è soggetto ai cambiamenti causati dal tempo, dagli agenti atmosferici e da qualsiasi altro fattore esterno e interno.

Il cuoio può mancare di morbidezza per diversi motivi.

Perché lo abbiamo acquistato così e la sua durezza è il frutto del non utilizzo del prodotto, o per il tipo di processo produttivo cui è andato incontro, o per via dei materiali utilizzati. Oppure, spesso, il cuoio subisce un processo, più o meno naturale, di usura nel tempo, che gli fa perdere morbidezza e lo rende secco e quasi friabile.

Nel primo caso, il cuoio potrebbe cedere con l’uso, quindi una prima soluzione potrebbe essere quella di indossare il capo oppure usare l’oggetto di cuoio. È il caso, per esempio, degli stivali troppo duri.

Nel secondo caso, tuttavia, questo primo rimedio potrebbe compromettere l’integrità stessa del cuoio, il quale subendo un trattamento troppo “violento” potrebbe rompersi.

Per questo, è preferibile ricorrere a prodotti specifici e a rimedi naturali e fai da te per provare ad ammorbidire il cuoio senza rischiare di danneggiarlo e di comprometterne così l’utilità e la funzionalità.

Come ammorbidire il cuoio con l’olio o il grasso

Due dei prodotti più usati per ammorbidire il cuoio sono l’olio o il grasso per cuoio.

Questi prodotti sono specificamente studiati per nutrire il cuoio senza danneggiarlo, senza macchiarlo o lasciare aloni, ma idratandolo nel modo meno aggressivo.

Prima di applicare l’olio o il grasso, assicurati di pulire per bene il cuoio e che sia totalmente asciutto. Questo è importante, poiché applicando questi prodotti quando il cuoio ha ancora dell’acqua all’interno, rischieresti di impedire la corretta evaporazione di quest’ultima, poiché la superficie sarà coperta dal rivestimento applicato. Ciò potrebbe portare alla comparsa di muffa e quindi a un irreversibile imputridimento del tessuto.

Per applicare l’olio o il grasso, serviti di una spugnetta o un panno. Prima immergilo nell’olio o sporcalo di grasso e poi applica sul cuoio passando in superficie su ogni punto, in maniera omogenea.

Il grasso o l’olio non devono essere in eccesso, quindi rimuovi quello eventualmente di troppo. Aspetta finché i prodotti non saranno stati assorbiti completamente. Dopodiché, puoi passare eventualmente a lucidare il cuoio per dargli nuova vita.

Se con una singola applicazione non ottieni il risultato sperato, prova a ripetere l’operazione più volte, valutando se ci sono o no miglioramento ed eventualmente continuando fino a che non otterrai il risultato sperato.

Prodotti particolarmente indicati per ammorbidire il cuoio sono l’olio e il grasso di vaselina o cera d’api, olio di ricino. Alcuni usano l’olio di oliva per ammorbidire il cuoio, ma in alcuni casi potrebbe lasciare macchie sulla superficie.

Balsamo ammorbidente per cuoio

Un altro prodotto specifico per ammorbidire il cuoio è il balsamo ammorbidente specifico: questo prodotto è nutriente, penetra nel tessuto e lo rende morbido.

Anche in questo caso, per applicarlo puoi servirti di una spugna o un panno, e dovrà essere lasciato ad assorbire dal cuoio. Puoi ripetere l’operazione se necessario, se il cuoio risulta ancora screpolato e usurato.

Ammorbidire il cuoio con la crema per le mani

Il successivo metodo fai da te per ammorbidire il cuoio prevede l’utilizzo della crema per le mani. Applicala su tutta la superficie pulita e asciutta e attendi che sia completamente assorbito.

Un possibile inconveniente nell’uso di questo metodo è il fatto che il cuoio di gradazione chiara potrebbe rimanere macchiato dopo l’applicazione della crema. Questo rischio non c’è, invece, quando il cuoio è scuro.

Ammorbidire il cuoio con alcol denaturato

L’alcol denaturato è un altro rimedio fai da te che ammorbidisce il cuoio.

Bagna il tessuto completamente e lascialo ammollo per una notte nell’alcol denaturato e estrailo il giorno dopo. Lascia asciugare naturalmente (lontano dal sole) e controlla se il cuoio si è ammorbidito.

Ammorbidire il cuoio con il latte

Alcuni temerari usano un metodo fai da te, naturale, che dà risultati impensabili.

L’uso del latte per ammorbidire il cuoio è, in verità, un metodo che ha anche un corrispettivo fra le soluzioni più “professionali”: infatti, se non vuoi usare il latte scremato, puoi optare per il latte per cuoio, acquistabile presso i rivenditori specializzati in tessuti e pellami.

Se vuoi, invece, procedere con la soluzione fai da te, segui le prossime indicazioni.

Metti del latte scremato nella quantità che ti è necessaria in una bacinella o un contenitore della capienza sufficiente. Assicurati che l’oggetto di cuoio sia pulito e completamente asciutto, dopodiché immergilo nel latte.

Tieni l’oggetto immerso nel latte scremato per almeno una notte. Trascorso il tempo, asciuga con un panno la superficie esterna e lascia asciugare l’interno.

Puoi ripetere l’operazione se non sei soddisfatto del risultato, eventualmente aggiungendo del burro al latte.

In questo caso, mescola per ottenere un composto dalla consistenza pastosa o cremosa e strofinalo bene nel cuoio. Lascia così l’impasto ad agire sul tessuto di nuovo per una notte e il giorno dopo lava, asciuga e valuta se sei riuscito ad ammorbidire il cuoio a sufficienza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome