Come scegliere il cibo per cani

0
32
Come scegliere il cibo per cani

I nostri cani sono i compagni insostituibili della nostra vita. Insieme al gatto, è uno degli animali domestici più presenti nelle nostre case. Non solo, il cane è un amico fedele, in grado di creare con il padrone un rapporto di simbiosi unico. La responsabilità della sua salute e del suo benessere è nelle nostre mani e per fortuna oggi ne sappiamo abbastanza per assicurarci che abbia tutte le attenzioni di cui necessita per vivere felice e in salute.

Nel mantenimento del suo benessere entrano in gioco molteplici fattori: la razza, l’attività fisica, le abitudini igieniche, sociali e anche alimentari.

Una corretta alimentazione è alla base della sua salute, perché, sin da cucciolo, è proprio dall’alimentazione che trae il materiale e le sostanze indispensabili per il corretto funzionamento del suo organismo.

La natura ha riservato per il cane, diretto discendente del lupo, una dieta prettamente carnivora. Per questo motivo, la sua dieta deve essere quanto più possibile composta da carne, ovvero avvicinarsi a quello che il cane si procaccerebbe in natura.
Prendersi cura del nostro cane significa avere a cuore ogni aspetto della sua esistenza e preparare il suo pasto con la stessa attenzione con cui prepariamo il nostro. In questo articolo ti diamo alcuni consigli su come scegliere il cibo per cani migliore per il tuo amico a quattro zampe.

Come scegliere il cibo per cani

Come già accennato, il cibo per cani dovrebbe essere composto principalmente da proteine di origine animale. Molti cani sono intolleranti al glutine, ai cereali e in generale tutti i cibi contenenti grandi quantità di amido sono meno idonei alla sua dieta, poiché il loro apparato digerente non è “nato” per digerire l’amido, per cui un pasto ricco in questo composto risulta di difficile digestione per il cane.

D’altro canto, l’organismo del cane è dotato di ottimi strumenti per la digestione della carne, per questo un ottimo cibo per cani dovrebbe esserne composto in gran parte.

Scegliere il cibo per il proprio cane dovrebbe, comunque, essere un’operazione guidata dal veterinario: in effetti, ciascun cane ha un proprio fabbisogno energetico, che varia in base all’età, alla razza e all’attività.

Un cucciolo ha un fabbisogno nutrizionale nettamente diverso da quello di un cane anziano: il piccolo ha bisogno di molte proteine e altri preziosi nutrienti necessari alla sua crescita, mentre il cane anziano avrà bisogno di un apporto calorico ben ridotto, poiché spesso conduce una vita sedentaria e la sua attività fisica è molto ridotta.
Quanto alla razza, un cane adulto pastore tedesco ha certamente un fabbisogno diverso da quello di un barboncino. Questo, chiaramente, dipende dalla stazza, ma anche dal tipo di attività e di stile di vita che conduce il cane. Proprio l’attività fisica costituisce il terzo punto fondamentale da valutare per la scelta dei cibo. Infatti, un cane sedentario per vari motivi avrà necessità di un cibo meno calorico rispetto a un cane molto attivo, che pratica ogni tipo di attività e sport, che partecipa a gare e competizioni e che si allena costantemente con il proprio padrone.

Dieta casalinga o dieta industriale?

Esistono in commercio numerosi prodotti e cibi pronti, sia secchi che umidi. Tuttavia, è possibile valutare la possibilità di integrare la dieta industriale con pasti preparati in casa. Ovviamente, da prediligere saranno le carni e il pesce fresco, da accompagnare con verdure (carote, patate e broccoli). Si possono aggiungere anche una ridotta porzione di pasta e riso, ma molto cotti, così che perdano gran parte dell’amido. Se vuoi sperimentare la dieta casalinga, ti consigliamo di consultare le linee guida per la dieta BARF.

Come scegliere il cibo per cani: secco o umido

Il cibo industriale si divide principalmente in cibo secco e umido: ossia le crocchette e i bocconcini. Entrambi presentano vantaggi e svantaggi.

Il cibo secco è pratico, facilmente dosabile, più sicuro dal punto di vista igienico e favoriscono il rafforzamento dei denti e l’igiene orale.

I cibi umidi sono più costosi, ma offrono una miglior apporto di grassi. Sono più appetibili per il cane e gli forniscono anche una buona dose di acqua, che contribuisce a mantenerlo idratato.
Dato il differente prezzo dei due tipi di cibo (l’umido che costa anche molto di più del secco), consigliamo di mixare i due cibi durante i pasti.

Come scegliere un cibo per cani di qualità

Esistono diversi accorgimenti da seguire per scegliere il miglior cibo industriale per cani. Il tuo punto di riferimento è l’etichetta. Controllando gli ingredienti dei cibi, cerca di privilegiare quelli che specificano la dicitura “carne fresca” con relativa indicazione della provenienza. Alcuni cibi per cani sono composti con frattaglie, scarti industriali, altri con farina di carne o di ossa: se puoi, evitali, poiché la loro qualità è inevitabilmente inferiore.

La percentuale di carne o pesce dovrebbe essere superiore a quella di altri ingredienti, specialmente se questi ultimi sono cereali. Controlla l’apporto proteico, che deve essere superiore agli altri, seguito da quello lipidico e infine da quello glucidico.Opta, se puoi, sempre per i cibi biologici e cruelty free. In questo modo avrai garanzia di cibi non trattati con sostanze potenzialmente dannose e tossiche, e non contribuirai allo sfruttamento violento di altri animali durante la filiera produttiva.
Controlla nell’etichetta se sono presenti indicazioni sull’età consigliata per il cibo (ad esempio, per cuccioli, per anziani, per cani adulti ecc.). Leggi bene anche le indicazioni d’uso e le dosi consigliate.
Infine, se il tuo cane vive una situazione particolare, per esempio è in gravidanza, o ha malattie, consulta il veterinario per scegliere il cibo per il tuo cane insieme a lui.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome