Come fare il trapianto di capelli

0
21
Come fare il trapianto di capelli

Il trapianto di capelli, anche detto autotrapianto è una tecnica attraverso cui chirurgicamente si trasferiscono delle piccole porzioni di pelle, contenenti bulbi piliferi, su determinate zone target, che presentano una carenza di capelli.

Questo procedimento è stato ideato dal giapponese Shoji Okuda nel 1939. Dalla prima tecnica se ne sono sviluppate numerose altre, tra queste importanti sono FUT e FUE. La prima consiste nel prelievo di unità di cuoio capelluto contenente follicoli vivi, mentre la seconda si basa sul prelievo dei singoli bulbi piliferi.

Il prelievo e l’impianto dei frammenti cutanei sono soggetti ad alcune restrizioni, per esempio quella riguardante la provenienza dei frammenti dallo stesso paziente che subisce il trattamento. Ciò significa che non si può eseguire l’operazione con donazioni da parte di altri.

Quando fare il trapianto di capelli

Fare trapianto di capelli è uno dei possibili rimedi alla alopecia androgenetica, ovvero la condizione di progressivo diradamento del cuoio capelluto che affligge circa l’80% degli uomini e il 50% delle donne.

Si ricorre a questo intervento poiché, spesso, altri rimedi risultano inefficaci o preclusi ad alcuni pazienti. Per esempio, l’uso di farmaci o di integratori.

L’autotrapianto, d’altro canto, non è una soluzione risolutiva, sebbene efficace, poiché non agisce sulle cause primarie della calvizie. Le cause della calvizie possono essere, infatti, genetiche, patologiche, nutrizionali o immunologiche. Per questo, l’intervento di un professionista che aiuti il paziente a neutralizzare o limitare l’influenza di queste cause è, comunque, necessario.

Come fare il trapianto di capelli con la tecnica FUT

Come abbiamo già detto, le due tecniche più diffuse per fare il trapianto di capelli sono la tecnica FUT (Follicular Unit Transplant) e la tecnica FUE (Follicular Unit Exctraction).

La tecnica FUT comincia con il prelievo dei follicoli, tramite estrazione di una striscia di cuoio capelluto, solitamente ospitante 4000 bulbi piliferi vivi. In genere, il prelievo avviene dalla regione occipitale, che è comunemente quella più resistente all’alopecia androgenetica. Questi frammenti vengono appositamente trattati da specialisti, in modo che possano efficacemente reintegrarsi nella nuova zona del capo.

La zona target dell’intervento viene predisposta e preparata da un medico chirurgo. In seguito, tramite strumenti appositi, avviene l’applicazione del nuovo frammento e l’operazione si conclude con le fasi finali di perfezionamento della posizione.

L’operazione dura da un paio d’ore a 3 o 4, a seconda dei casi. Non c’è dolore poiché l’autotrapianto avviene in anestesia del paziente.

Come fare il trapianto di capelli con la tecnica FUE

La tecnica FUE è più giovane e si differenzia dalla precedente in quanto in questa vengono prelevati i singoli bulbi piliferi. Anche per questo motivo, l’intervento di trapianto dei capelli FUT dura di più del FUE.

Per eseguire l’operazione viene impiegato uno strumento (che ha una forma vagamente simile a quella di una penna) che unisce la fase di incisione a quella di posizionamento del bulbo pilifero. Questa tecnica ha dei vantaggi che la rendono preferibile rispetto alla FUE, in quanto produce risultati migliori a livello estetico e a livello funzionale.

Infatti, il capello cresce naturalmente a partire dal bulbo pilifero impiantato, seguendo una naturale direzione rispetto al capo. Inoltre, l’estrema minuziosità dell’operazione e la tecnica microchirurgica permette di non lasciare croste (cosa che invece avviene nella FUT) e quindi scongiurare comparsa di eventuali cicatrici.

Risultati del trapianto di capelli

I risultati del trapianto di capelli sono duraturi, infatti i follicoli sono prelevati da cuoio capelluto non soggetto all’attività dell’ormone responsabile dell’alopecia androgenetica.

I capelli crescono in modo naturale e sono pienamente integrati e compatibili con il paziente, poiché è esso stesso il donatore. Ciò scongiura il rischio di eventuali rigetti.

Quanto costa fare un trapianto di capelli

L’autotrapianto può avere un costo diverso a seconda di numerosi fattori. In genere, le due tecniche hanno un costo che va dai 3.000 € fino ai 5.000 €.

Le variabili che influenzano sul costo riguardano sia il trattamento scelto, sia la superfice da trattare e impiantare. Possono influire sulla spesa anche eventuali trattamenti post-operatori e di possibile rinfoltimento.

Chiaramente, un altro fattore importante riguarda il medico a cui ci si rivolge per fare il trapianto di capelli. I costi variamo a seconda del professionista e dell’esperienza. In ogni caso, non è tanto sull costo che possono inciderei vantaggi di un professionista, quanto soprattutto sulla qualità e sull’efficacia del trattamento.

A chi affidarsi per fare l’autotrapianto

In conclusione, è sempre bene affidarsi a professionisti qualificati che abbiano una buona esperienza nel campo e che assicurino tutte le fasi e i controlli preliminari, le analisi e le visite che devono necessariamente premettere l’intervento.

Ogni paziente ha uno storico e una condizione di partenza iniziale che deve essere studiata nelle cause, per valutare l’intervento di trapianto di capelli migliore e le possibili conseguenze cui si può incorrere.

Rivolgiti al medico specifico esigendo tutte i controlli preventivi che ti spettano di diritto, senza cercare di accelerare i tempi per fare il trapianto di capelli il prima possibile.

Un’esempio di esperti nel settore che offrono di questi servizi si trova al sito http://www.clinicautotrapianto.it, dove ci si può fare un’idea dei costi e di come affrontare i trattamenti nel dettaglio.

Ricordiamo, in ultimo, che le possibili complicazioni possono essere di più o meno grave entità a seconda della propria situazione e dell’esperienza del chirurgo. In genere, quelle più comuni riguardano la possibile comparsa di cicatrici o oppure di risultati non soddisfacenti, dovuti a un posizionamento scorretto e impreciso del cuoio capelluto. La maggior parte delle volte, questi risultati sono, purtroppo, irreversibili.

Per scongiurare ogni possibile conseguenza seria, oltre all’abilità di chi conduce l’operazione, è indispensabile fare un quadro del paziente e delle sue caratteristiche, comprese le cause che determinano la sua alopecia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome