Come fare i pancake

0
100
Come fare i pancake

A seconda di chi tu sia, caro lettore, avrai maggiore o minore familiarità con la parola pancake. Forse ne avrai sentito parlare ai tuoi figli, che ti hanno chiesto di farglieli e tu completamente ignaro di cosa stessero blaterando hai opposto un no secco, improvvisando una scusa qualsiasi. Oppure hai sentito parlarne i tuoi nipoti e in tal caso avresti un’ottima conoscenza dell’inglese, rispetto alla media, se hai una certa età e sei riuscito ad arrivare fin qui. Oppure sei un ragazzo o una ragazza in cerca proprio della ricetta per fare i pancake (prima rivelazione per alcuni: si tratta di roba da mangiare!) perché vuoi cimentarti in prima persona nella loro preparazione. In questo caso: calma e sangue freddo, perché per fortuna fare i pancake è facilissimo!

I pancake sono una prelibatezza proveniente direttamente dal continente americano. Sono dei piccoli dischi spugnosi, dall’aspetto molto simile alle crepes. Sono, solitamente, guarniti di quanto di più dolce possa essere stato partorito dal connubio tra mani e mente umane.

In pancake si mangiano, solitamente, a colazione: negli Stati Uniti si consumano in una combinazione vincente (per questo divenuta canonica) pancake + sciroppo d’acero. Ma questa è solo una delle altre mille varianti, perché si può metterci sopra davvero di tutto, come scopriremo presto.

Ad ogni modo, è un dolce tipicamente da colazione e da merenda. Ma dove?

Dove si mangiano i pancake

Oggi si potrebbe ben dire che si mangiano dappertutto. Tuttavia, i pancake vedono la loro casa natale in America Settentrionale (Stati Uniti e Canada), ma sono diffusi anche in altre varianti in diverse zone del mondo. Per esempio, in Australia prendono il nome di pikelet e si mangiano con la panna e la marmellata. In Gran Bretagna e nella vicina Irlanda, invece, si consumano durante il Pancake Tuesday, cioè il Martedì Grasso. Infine nei Paesi Bassi vengono preparati molto simili alle crepes (sarà a causa dell’influenza della vicina Francia?) e serviti spesso anche in versione salata, anche perché si mangiano per la seconda colazione.

E in Italia?

In Italia sono arrivati da relativamente poco: più o meno da quando è arrivata la letteratura americana, le serie TV, il cinema Hollywoodiano e così via. E noi italiani potevamo mai farci scappare una leccornia? Proprio noi che scarseggiavamo già di leccornie?

Insomma, bando alle ciance e diamo inizio alle danze: vediamo subito questa ricetta e tutti i segreti per fare i pancake all’americana!

Come fare i pancake

Ingredienti

  • 120 gr di farina 00
  • 20 gr di burro
  • 100 ml di latte
  • 20 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • Un pizzico di sale

Come fare i pancake: preparazione

Per prima cosa, mettete a scaldare il burro e lasciatelo sciogliere. Quando si sarà completamente fuso, lasciatelo a stemperare, perché successivamente dovrà essere utilizzato già intiepidito.

In una ciotola versare farina setacciata, lievito, zucchero e un pizzico di sale. Se non amate le cose troppo zuccherate oppure prevedete di guarnire il pancake con glasse o creme dal sapore molto dolce, potete anche omettere di aggiungere lo zucchero o di ridurne le quantità. Mescolate il tutto e mettetelo da parte.

Adesso, separate il tuorlo dell’uovo dal suo albume. Alcune ricette prevedono di sbattere le uova intere e di unirle così al latte e al burro. Se, invece, monterete gli albumi (come in questa ricetta), i pancake saranno più alti e soffici.

Montate l’albume e unitelo al latte, con una spatola e facendo dei movimenti dal basso verso l’alto. In un altro recipiente sbattete leggermente il tuorlo e poi versatevi a poco a poco il burro fuso, e mischiate con una frusta. Procedete versando tutto il burro e infine versate il composto ottenuto nel latte. Mescolate il tutto (saranno tutti gli ingredienti liquidi) e versate nel recipiente degli ingredienti solidi, ovvero farina, lievito, zucchero e un pizzico di sale. Mescolate per qualche secondo, cercando di amalgamare il tutto: l’unione degli ingredienti dovrà dare una miscela che rimarrà abbastanza grossolana. Fate riposare così la miscela una buona mezz’ora, in modo che tutte le componenti si sciolgano e i grumi si dissolvano.

Adesso, procedete con la cottura. Avrete bisogno di una crepiera, o di una padella antiaderente. Mettetela a riscaldare e quando sarà sufficientemente calda (ma non troppo, controllate che le goccioline di acqua non evaporino a contatto con essa) dalla ciotola con la vostra miscela prendete un mestolino e versatelo sulla padella: dopo circa 15-20 secondi il composto dovrebbe cominciare a solidificarsi e a scurirsi di sotto. Giratelo servendovi di una spatola o di una paletta e fate cuocere per lo stesso tempo anche l’altro lato. Dopodiché trasportelo su un piatto e procedete con la cottura di tutti gli altri.

I vostri pancake saranno pronti per essere guarniti con sciroppo d’acero, nutella, cacao, miele, marmellata, frutta e quello che più vi piace!

Per fare i pancake senza burro, basterà sostituire quest’ultimo con l’olio di semi, oppure potete semplicemente fare a meno: il gusto sarà solo un po’ differente, ma tranquilli i vostri pancake saranno comunque buonissimi e light, ve lo assicuriamo.

Come conservare i pancake

I pancake possono essere conservati in frigo per un paio di giorni, o congelati in freezer.

Ma se non volete rinunciare al piacere di mangiare dei morbidi, caldi pancake, anche nell’arco di poche ore, potrete semplicemente preparare la miscela e conservarla in frigo (anche per un paio di giorni) e fare i pancake pochi minuti prima di gustarli!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome