Come essere felici

0
27
Come essere felici

La domanda che tutti si pongono, probabilmente fin dagli albori dell’umanità, è la seguente: come essere felici?

Di certo, è un quesito a cui molti hanno tentato di dare una risposta, molto spesso chiamando in causa la fortuna o il caso. La fortuna o la sfortuna sono concetti guidati dalla soggettività: non funziona in assoluto, è un parametro molto relativo. Quanto al caso, potrebbe anche esistere, ma ha davvero una rilevanza maggioritaria sulla nostra felicità? E quanto quello che accade per caso può essere usato a nostro vantaggio? Probabilmente non poco.

Per essere felici occorre prendere, prima di tutto, coscienza che nessuno è mai completamente felice. Non lo è al 100%, o se lo è al 100% non lo sarà in ogni istante della sua giornata od ogni giorno della settimana. Le cose accadono senza tenere conto della nostra gioia e di questo occorre farsene una ragione, non perché è un precetto, o per debolezza, ma perché conviene farci l’abitudine.

In questo articolo non ti riveleremo la ricetta perfetta per essere felici, ma alcuni spunti per renderti conto che la felicità è una questione di azioni concrete, di pensieri e di relazioni. Non sono soldi, né potere, né la bellezza.

Prendi coscienza dei tuoi sentimenti

Se non impari a dialogare con te stesso e a discernere le tue emozioni e sensazioni, difficilmente riuscirai a essere felice. Quando ci facciamo trascinare dai sentimenti negativi, dai pregiudizi, dal pessimismo e dalla delusione percorriamo la strada che porta dritto all’infelicità.

I pensieri disfunzionali ricorrenti sono quelli che limitano la capacità di provare sentimenti di gioia e lo fanno in modo organico e fisico. Per intenderci, gli ormoni che regolano il nostro umore risentono del nostro atteggiamento e del modo in cui ci valutiamo: quelli del malumore finiscono per impedire a quelli del buonumore di agire a nostro vantaggio.

Se pensi di essere incastrato in questi pensieri negativi e non riesci ad allontanarli, prova a consultare un professionista che ti aiuti a trovare un piano per affrontare il problema.

Tieniti attivo

Tenersi attivi, fare sempre cose nuove, anche di modesta entità, ti aiuta a sentirti bene. Questo perché la mente umana è curiosa e sempre affamata di nuove esperienze, sensazioni ed emozioni. Provare cose nuove colma questo bisogno intrinseco dell’uomo, ti apre la mente e ti dà nuovo materiale su cui riflettere. Ti riempie anche di idee nuove, di creatività e pensieri positivi.

Puoi partire dalle cose semplici: cambia strada, percorrendola a piedi per recarti a lavoro; porta il cane a spasso in un posto nuovo, aiuta qualcuno in un lavoro o a compiere una determinata azione, invita qualcuno a casa oppure a cena fuori.

Parla con le persone che incontri o semplicemente sorridi, anche se dovessi sforzarti le prime volte.

Non limitarti

Nel momento in cui pensi che la tua strada sia già segnata, sappi che sbagli di grosso. Fino all’ultimo secondo, la vita è riscrivibile: hai ogni giorno nelle tue stesse mani le opportunità di scegliere qualcosa della tua giornata. Esplora le possibilità che hai, dedicati a cose nuove, inizia progetti o comincia a studiare per farlo. Se hai le possibilità economiche, iscriviti a corsi di pittura, danza, in palestra o in un partito.

Quando puoi scegliere fra due cose, non scegliere per forza il già provato. Non aver paura di uscire dalla tua zona di conforto. Puoi scegliere di abbandonare un lavoro che non ti piace, per uno in cui guadagneresti meno, ma che ti stimola molto di più? Fallo. Segui l’istinto e finché avrai le risorse finanziarie minime per vivere dignitosamente non aver paura di cambiare lavoro.

Non spendere inutilmente soldi

Spendere soldi inutilmente significa sprecare i tuoi soldi. Se proprio vuoi spenderli, puoi darli in beneficenza. Tutto ciò che è superfluo non è soltanto costoso, ma ti toglie anche energie mentali e fisiche e un sacco di tempo.

Fare shopping, per esempio, apporta una sensazione di piacere nell’immediato, ma una volta tornati a casa l’effetto finisce. Esattamente come un dolce: il piacere dura poco.

Questo non significa che tu non possa comprare qualcosa di tanto in tanto, per necessità o per piacere, oppure che non possa gustarti un dolcino. Ma non dargli troppa importanza e non farti ammaliare dalle cose materiali e dai soldi.

Cura le tue relazioni

Le relazioni sociali sono indispensabili per essere felici. Cerca di attorniarti di parenti e amici, vivi nelle loro vicinanze e ricordati di contattarli spesso, di incontrarli e chiacchierare. Con loro, puoi approfondire molti aspetti della tua vita e del tuo benessere fisico e mentale.

La maggior parte delle persone sente maggior piacere a conversare di cose profonde con persone care, piuttosto che di frivolezze con semi sconosciuti. Punta su questo tipo di rapporti, o comunque cerca di stringere amicizie nuove e dialogare sempre con persone che ti sembrino profonde e dotate di sensibilità. Viceversa, allontana le persone che ti fanno stare male e ti procurano pensieri e preoccupazioni.

Non puoi perdere tempo a mettere le pezze in rapporti deleteri e tossici: piuttosto, troncali definitivamente, per quanto possa essere brutto. Ne trarrai un profondo beneficio.

Valorizza ciò che hai

Apprezzare quello che hai già, dal lavoro, alla famiglia, dall’esperienza, allo studio, ti aprirà le porte a una nuova consapevolezza: che hai costruito qualcosa, che il mondo ti ha dimostrato più volte che hai delle qualità. Se il lavoro non ti soddisfa pienamente, cerca di puntare su altri aspetti della tua vita: la maggior parte della felicità si costruisce con gli altri e non con la professione che si svolge. Il tuo lavoro non ti gratifica? Trova la gratificazione in famiglia, negli amici, nei tuoi hobby. Magari arriverà l’opportunità di cambiare lavoro, ma nel frattempo impara ad aprire gli occhi su quello che hai già.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome