Come congelare il cibo

0
22
Come congelare il cibo

Quante volte capita che si cucini ben pi del dovuto e quel che resta è anche più di quel che si è consumato? In passato forse si sarebbe dovuto buttare tutto, quando non poteva essere conservato con metodi tradizionali (il sottosale, sott’aceto, sott’olio e via dicendo). Oggi, per fortuna, il progresso ci ha fornito molteplici comodità quotidiane e non ultime la possibilità di aumentare la sicurezza e la durabilità dei nostri alimenti e delle nostre pietanze.

L’invenzione del frigorifero è probabilmente una delle più rivoluzionarie innovazioni apportate al mondo della cucina, che ha reso la conservazione degli alimenti più sicura e più pratica.

Ma quando abbiamo fin troppa roba nel frigo e ancora tanta roba da conservare fuori, come fare?

Per fortuna c’è una soluzione super pratica e affidabile che ci viene in soccorso: è il freezer.

Grazie al congelatore possiamo congelare i cibi anche fino a parecchi mesi. Il congelatore è un elettrodomestico molto semplice da utilizzare, e tuttavia alcuni accorgimenti manterranno tuoi alimenti congelati di qualità organolettica elevata e in perfetta sicurezza.

Vediamo insieme quali sono i suggerimenti da tenere in considerazione per congelare i cibi.

 

Come congelare la carne

La carne (come anche il pesce, che vedremo in seguito) è fortemente incline alla proliferazione dei batteri. Per questo motivo, congelare la carne è un procedimento da svolgere in modo molto accurato e attento. Come azione preliminare, prima di procedere con la sistemazione nei contenitori o nel rivestimento scelto, dovrai procedere eliminando tutto il grasso e le ossa della carne. Evita poi di congelare tagli di grandi dimensioni e piuttosto tagliali a fette o in porzioni più piccole, in modo che si congelino più velocemente e sia anche più pratico scongelarli. Puoi avvolgere la carne in carta da forno e riporla direttamente sul piano del freezer oppure chiuderla in un contenitore sigillato. Non dovresti tenere la carne in freezer per più di qualche mese dal momento in cui l’hai congelata.

La carne di maiale va consumata entro quattro mesi; quella di anatra, coniglio, oca e tacchini entro quattro o sei mesi. La carne di pollo entro sei o nove mesi, quella di agnello e vitello entro sei mesi e quella di manzo entro nove mesi.

Inserisci un etichetta o comunque un’indicazione del tipo di carne e della data di congelamento, in modo da non perdere il conto dei mesi.

 

Come congelare il cibo: il pesce

Il pesce è un altro alimento molto soggetto a contaminazione da parte di batteri, e per questo bisogna prendere accorgimenti perché la sua congelazione avvenga senza problemi e rischi.

Anche il pesce deve essere appositamente preparato per essere congelato al meglio. Dovrai assicurarti di togliere le interiora e pulirlo in modo accurato. Questo servirà a preservarne la freschezza. Assicurati di sparpagliare i pezzi di pesce nel freezer staccati l’uno dall’altro, in modo da poterli poi scongelare singolarmente più facilmente.

Opportuno è anche che ciascun pezzo venga avvolto in carta da forno o con altro rivestimento, oppure chiuso in un contenitore ermetico, in modo da rimanere isolato dagli altri alimenti. Ricorda di inserire il nome del pesce e la data di congelamento.

Il pesce può rimanere congelato per diversi mesi, ma alcuni pesci possono avere una durata inferiore. I crostacei e i pesci grassi (come le anguille, gli sgombri, le aringhe e il salmone) possono rimanere congelati per circa tre o quattro mesi dalla data di congelamento. I molluschi solo due o tre mesi, mentre il pesce magro fino a sei od otto mesi.

 

Come congelare il cibo: le verdure

Le verdure fresche possono essere congelate in sacchettini da freezer o avvolte in carta da forno, o ancora in contenitori. Il consiglio, ancora una volta, è quello di ridurre le porzioni in modo da evitare lo scongelamento di quantità eccessive di cibo. Ricorda di far uscire tutta l’aria dentro l’involucro. Se stai congelando zuppe, minestre con verdure cotte, lascia un po’ di spazio tra il contenuto e il tappo, in modo che il contenitore non rischi di scoppiare una volta che il contenuto liquido si sarà congelato. Metti anche qui un’etichetta che indichi il nome del cibo e la data di congelamento.

Se se vuoi congelare cibi cotti, fra cui le verdure, devi aspettare che si raffreddino completamente prima di metterle in freezer, per evitare che il congelatore si riscaldi e rischi di scongelare altri cibi presenti.

Il modo migliore per congelare alcune verdure, come le carote, gli asparagi, i fagiolini, i broccoli, il cavolo è quello di sbollentarle prima. In questo modo, il mantenimento della freschezza dei cibi è più garantita. Una volta cotti, bisognerà raffreddare le verdure tagliate con acqua fredda e asciugare, prima di suddividerle in porzioni e congelarle. Le verdure possono durare il freezer fino a 12 mesi.

 

Come congelare la frutta

Anche la frutta può essere congelata. Per farlo ti conviene lavarla per bene, asciugarla e tagliarla a pezzetti. Dopodiché trasferiscila in pratici contenitori o sacchetti e mettili in freezer. Per evitare l’annerimento puoi cospargere la frutta con del succo di limone, o acido ascorbico, o zucchero. Puoi anche creare una miscela di acqua e zucchero per facilitare la copertura di tutta a superficie della frutta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome