Come coltivare il melone

Coltivare il melone

0
243
coltivare il melone
coltivare il melone

Come fare per Coltivare il Melone

Vediamo con l’aiuto di questa guida come Coltivare il Melone.

Difficoltà: Facile

Coltivare il Melone

  1. Il melone è una pianta annuale che può essere facilmente coltivata sia nell’orto che coltivata nei vasi. Per una buona riuscita è necessario fornire alla pianta molto spazio, visto il suo portamento strisciante, e collocarla in un punto riparato in quanto il vento forte può danneggiare le foglie e pregiudicare la sua crescita. La coltivazione del melone richiede un lungo periodo caldo e la temperatura ottimale si aggira intorno ai 25°; se la temperatura è inferiore, il melone può essere coltivato in un cassone (che ripara e tiene maggiormente al caldo la pianta) oppure in serra.
  2. A metà primavera bisogna collocare un singolo seme in un piccolo vaso e tenere il recipiente in luogo caldo, facendo attenzione a che la temperatura non scenda al di sotto di 16°. Eseguire annaffiature regolari e, se necessario, a fine primavera trasferire la pianta in un vaso più grande.
  3. A inizio estate occorre spostare la pianta nell’orto, sistemandola ad una profondità non eccessiva e facendo in modo che lo stelo resti completamente fuori dal terreno (almeno 2,5 cm). In caso di più piante lasciare circa 1 m di distanza l’una dall’altra.
    Per evitare la crescita di erbacce, per riscaldare il suolo, per trattenere l’umidità e per fornire una superficie asciutta ai frutti è preferibile coprire il terreno con un telo di plastica nera.
  4. A metà estate, invece, occorre effettuare la cimatura per fermare la crescita del getto principale e per incoraggiare la pianta a diramarsi e stimolare la fruttificazione; inoltre occorre spuntare anche i getti laterali una volta che sono cresciuti. È importante annaffiare con regolarità e trattare con un fertilizzante liquido quando comincia la fioritura.
    A fine estate, se non è stato posto il telo di plastica nera, bisogna proteggere i frutti dal terreno umido e raccogliere i frutti quando sono maturi: un melone è maturo quando lo stelo inizia a spezzarsi e quando comincia ad emanare un gradevole profumo.
  5. A inizio autunno bisogna coprire i frutti non ancora maturi (ad esempio con una campana) per favorirne la maturazione, dopodiché estirpare la pianta.
  6. Per coltivare il melone in vaso bisogna seminare, sempre a metà primavera, la pianta in un piccolo vaso, quindi spostarla, a fine primavera, in un contenitore da 30 cm di diametro riempito di compost universale e fertilizzante a lento rilascio: il vaso va sempre collocato in un punto caldo e riparato dal vento. A questo punto lasciare che la pianta si sviluppi liberamente oppure creare un sostegno con dei bastoni a cui legarla. Un ulteriore sostegno può essere necessario nel momento in cui si formano i frutti dato che questi potrebbero piegare la pianta: a tale scopo può essere utile legare una rete ai bastoni.
  7. La regolare annaffiatura impedisce al frutto di aprirsi e riduce il rischio del mal bianco. Una possibile presenza del virus del mosaico è segnalata da macchie sulle foglie e dalla crescita a rilento: nell’eventualità eliminare subito la pianta. La coltivazione del melone in serra può essere pregiudicata dai tetranichidi.
    Per evitare che la base del fusto marcisca è opportuno creare un monticello di terra e piantare in quel punto, così da agevolare lo scorrimento dell’acqua.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome