Come Capire il Linguaggio del Cane

0
53

Linguaggio del Cane

Caro lettore, un premessa è doverosa: questo articolo non ha la pretesa di sostituire i veri professionisti e amici dei nostri amici: i veterinari. Non improvvisarti tale, armandoti solo di quanto leggi qui, poiché possiamo solo darti delle chiavi di lettura generali di alcuni gesti comuni nei cani in situazioni di normalità, che potranno servirti nella vita quotidiana come stimolo a sforzarti di capire meglio il tuo animale. Ma ricorda che ogni cane ha la propria personalità e che il contesto è indispensabile per capire la sua espressività. Se alcune di queste gestualità ti sembrano stranamente ricorrenti negli ultimi tempi e, in qualsiasi modo e misura, anomale nel tuo cane, non limitarti a leggere solo qui: vai dal veterinario.

Detto questo, buona lettura!

Comprendere il linguaggio del cane

Il nostro cane prova emozioni, sensazioni, paure e preoccupazioni esattamente come noi. Come noi le comunica, anche se attraverso mezzi diversi. A differenza di noi, che ci serviamo della comunicazione verbale linguistica per esprimere concetti legati alla nostra interiorità, il cane sfrutta il proprio corpo (davvero ogni singola parte di esso) per esternare le proprie emozioni e i propri bisogni.

Il cane e il suo modo di comunicare

Quel che è bene ricordare è che il cane non ricorre a queste piccole esternazioni per rispondere a impulsi fini a sé stessi: in realtà sta mandando messaggi, sta comunicando con noi e sta cercando di dirci qualcosa. Il pensiero che il nostro cane, attraverso ogni singolo movimento del suo corpo e sfruttando l’unico mezzo di cui dispone, stia cercando inviarci un messaggio ci fa capire quanto sia importante riuscire a leggere correttamente questi segnali e ci investe di una responsabilità nuova, che ha a che fare con il benessere del nostro animale.

Ecco perché diventa indispensabile capire il linguaggio del nostro cane. Ecco alcuni comuni gesti e comportamenti del cane che possiamo interpretare.

Capire il Linguaggio del Cane – Coda

Il movimento che tutti conosciamo e associamo al cane è lo scodinzolare della coda. Il cane scodinzola spessissimo e può farlo per tanti motivi: se scodinzola veementemente e ampiamente sta esprimendo contentezza. Oltre al movimento, anche la posizione della coda indica uno stato d’animo. La coda alta e ben eretta indica che il cane si sente sicuro di sé e sente di avere una posizione dominante; se la coda si trova stesa a metà altezza, il cane è rilassato e tranquillo; se la coda, infine, si trova in basso, stretta fra le gambe, è segno che il nostro animale sta provando paura e timore e che c’è qualcosa che lo spaventa.

Capire il Linguaggio del Cane – Orecchie

Le orecchie sono un altro utile indicatore dello stato d’animo del cane. Potremmo vagamente figurarcele come delle vere e proprie bandierine segnalatrici. Le orecchie all’indietro significano che il cane è teso e per qualche motivo impaurito; se sono rilassate, il cane sta bene ed è sereno; se sono ben ritte in alto il cane è in atteggiamento dominante e se queste schizzano molto in avanti potrebbe avere intenzioni aggressive, mentre se sono semplicemente rivolte leggermente verso avanti, significa che sta cercando di interpretare qualcosa, come un vostro segnale o un ordine, oppure che è concentrato su qualcosa.

Capire il Linguaggio del Cane – Bocca

Come Capire il Linguaggio del Cane
La bocca del cane può esprimere disagio, gioia e rabbia anche senza emettere alcun suono.

La bocca del cane assume significati diversi a seconda della posizione assunta dagli altri organi “indicatori”. In generale, se è aperta e rilassata il cane è sereno e non ha intenti aggressivi, né timori. Se la bocca è chiusa può indicare uno stato di assoluta tranquillità e indifferenza: il cane si sta semplicemente facendo i fatti propri. Se però la bocca chiusa è accompagnata dalle orecchie all’indietro, il cane ha paura. Se la bocca lascia intravedere i denti il cane è in atteggiamento minaccioso e se il naso comincia a fare grinze e la bocca si stira ancora di più ai lati, mostrando i denti, il cane è in procinto di attaccare. Quando il cane sbadiglia, non significa che ha sonno: se lo sbadiglio è accompagnato dal gesto di distogliere lo sguardo, significa che si trova a disagio per qualcosa che non capisce, o che, per qualche motivo, lo rende incerto.

Capire il Linguaggio del Cane – Occhi

Gli occhioni dei cani sanno essere molto espressivi, ma dovrebbero anche essere comunicativi ed essere interpretati correttamente e all’interno di un quadro completo di tutti gli altri segnali provenienti dal corpo. Lo sguardo fisso e molto diretto segnala un atteggiamento di dominanza, di controllo e prontezza. Se accompagnato da altri segnali (come la bocca stirata che mostra i denti o il muso arricciato) rivela l’intenzione di attacco. Gli occhi evasivi indicano che il cane ha intenzioni pacifiche, che non vuole il contatto con altri simili o con l’uomo, perché preferisce non avere problemi. Altre volte, sono indicativi di uno stato d’ansia del cane e di un disagio che esprime una condizione di sottomissione.

I cani possono interpretare uno sguardo fisso e insistente come segnale di aggressività e minaccia.

Gli occhi semiaperti indicano uno stato di serenità e benessere, mentre quando sbatte le palpebre possiamo dedurre che è tranquillo e placidamente sottomesso. Vale la pena fare un accenno al fatto che il cane interpreterà come un segnale di sfida, a sua volta, uno sguardo fisso rivoltogli da un simile o da un umano: per questo motivo, seppure non necessariamente fatto con tale intento, fissarlo insistentemente potrebbe indurlo ad attaccare col solo intento di difendersi, unicamente perché avrà interpretato il vostro sguardo come un segnale di minaccia.

Capire il Linguaggio del Cane – Leccarsi il Muso

Leccarsi il muso è un “segnale di calma” (i segnali di calma sono una serie “indizi” che il cane manda per dichiararsi collaborativo e con cui chiede di rimanere in rapporti pacifici). Significa che il cane prova un disagio o si trova in una situazione di stress e che preferirebbe essere lasciato in pace dai suoi simili o dall’uomo: in questo modo sta dicendo che ha bisogno dei suoi spazi.

Se stavate tentando di fotografarlo o di abbracciarlo, bè… adesso sapete che non ne ha veramente bisogno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome