Come fare a pettinare e lucidare la criniera e la coda del cavallo

0
437
Come fare a pettinare e lucidare la criniera e la coda del cavallo
Come fare a pettinare e lucidare la criniera e la coda del cavallo

Pettinare e lucidare la criniera e la coda del cavallo

Portamento maestoso ed estrema sensibilità sono le caratteristiche di spicco del cavallo, un animale delicato che richiede cure quotidiane e particolari, per poterne mantenere la bellezza del mantello e la lucidità del pelo. In particolare, la criniera e la coda del cavallo esigono attenzioni quotidiane: bisogna infatti evitare la formazione di nodi, che possono diventare difficili da districare; ammorbidire le chiome e renderle lucide.
Queste operazioni di toelette sono importanti per la bellezza, ma anche il benessere del nostro cavallo: saprà come ricompensarci di queste attenzioni, regalandoci autentici momenti di affetto e gratitudine.

Difficoltà: Moderatamente difficile

Come pettinare e lucidare la criniera e la coda del cavallo

Necessario

  • Spazzola per coda e criniera
  • Acqua tiepida
  • Shampoo delicato
  • Balsamo (uso umano)
  • Spray lucidante e
    sbrigliante per cavalli
  • Secchio
  • Spugna
  1. Il lavaggio della criniera e della coda sono consigliate nelle stagioni calde, in modo che possano asciugarsi velocemente. Dunque, nel caso in cui possiamo procedere con il lavaggio della criniera e della coda, procuriamoci un secchio e riempiamolo di acqua tiepida.
  2. Sciogliamo nell’acqua una piccola quantità di shampoo delicato. Con l’aiuto di una spugna frizioniamo prima la coda e successivamente la criniera. Immergiamo spesso la spugna nell’acqua per eliminare lo sporco.
  3. Dopo aver lavato con lo shampoo, sciacquiamo con acqua pulita, aiutandoci con la spugna. Eliminiamo completamente lo shampoo.
  4. Per rendere morbido e facile da pettinare i crini della criniera e della coda, prepariamo in un altro secchio una soluzione di balsamo e acqua. Usando la spugna frizioniamo la criniera e la coda.
  5. Lasciamo asciugare l’animale.
  6. In caso la stagione non lo consenta, possiamo ammorbidire i crini con l’aiuto di prodotti spray specifici, che hanno lo scopo di lucidare e rendere facilmente districabili gli eventuali nodi. Applichiamoli come indicato nella confezione.
  7. Procediamo con la spazzolatura: con le dita dividiamo la criniera a ciocche. Prendiamo la spazzola apposita e iniziamo a spazzolare ogni ciocca dalla nuca in giù. Eseguiamo questa operazione molto delicatamente, evitando di infastidire il cavallo strappandogli la criniera.
  8. Se ci sono dei nodi, cerchiamo di scioglierli trattenendo la ciocca tra le dita esattamente sopra il nodo e districandolo lentamente e dolcemente. Procediamo così per tutta la criniera.
  9. Quando avremo concluso di spazzolare la criniera, possiamo iniziare ad occuparci della coda. È molto importante evitare di posizionarsi dietro il cavallo: poniamoci dunque ai lati dell’animale, in modo che possa vederci e non si senta minacciato.
  10. Procediamo con la divisione in ciocche.
  11. Iniziamo a spazzolare partendo dall’estremità inferiore della coda e risalendo verso il nerbo, tenendo fermamente tra le dita ogni ciocca man mano che risaliamo.
    Ciò è importante poiché la coda è più soggetta al formarsi di nodi e grovigli rispetto alla criniera, dunque pettiniamo una sezione e poi spostiamo le dita un po’ più sopra sulla ciocca, e procediamo a spazzolare finché non arriviamo in prossimità del nerbo.
  12. Spazzoliamo così tutta la coda. Alla fine sarà morbida, lucente e pulita.


Consigli, avvertimenti e risorse utili

– Consigli

  • Se intendete acconciare il cavallo con treccine, evitate l’uso di shampoo e balsamo, che renderebbero il crine troppo morbido, scivoloso e quindi difficile da gestire per eventuali acconciature.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome