PC lento: cosa fare?

0
27
PC lento: cosa fare?

Ai nostri giorni vivere senza un dispositivo in grado di connettersi a internet e di svolgere tutte le molteplici funzionalità incluse in un computer è davvero difficile. Parliamo delle nuove generazioni, come anche di quelle un po’ più vecchie. Il PC, notebook, fisso, portatile e in tutte le sue forme, è diventato uno strumento indispensabile per svolgere moltissime attività, prima fra tutte il lavoro stesso. Al pc, appunto, si lavora, si studia, ci si diverte, si mantengono reazioni sociali, ci si accresce culturalmente e così via. Un PC ha una vita propria e, in base all’uso che ne facciamo, all’abuso, alla manutenzione a cui lo sottoponiamo e alla marca, un PC può avere prestazioni più o meno migliori, così come godere di una vita più o meno lunga.

Oggi, sempre di più, i computer sono tanto più potenti quanto fragili e la loro durabilità e resistenza dipende molto da come lo utilizziamo e dalla quantità di conoscenze che abbiamo nel campo informatico. Un computer apparentemente non funzionante, non particolarmente performativo, può, in realtà, semplicemente essere sovraccarico, o infetto, oppure dotato di software obsoleti. Tutti questi problemi si ripercuotono sulla velocità stessa del sistema.

Qui ti spieghiamo quali possono essere i motivi per cui il tuo PC è lento, cosa fare e come mantenerlo performante.

Fai una scansione del PC

Uno dei problemi che spesso affliggono il PC, determinandone la lentezza, è il fatto che possano nascondersi in esso virus o malware. Un modo efficace di risolvere questa “infezione” è agire eliminandola alla radice, grazie a software e programmi aspecifici. Cerca un buon antivirus, scaricalo e installalo. Avvialo e lascia che la scansione proceda, senza interromperla. A fine scansione, riavvia il pc e verifica se le prestazioni sono migliorate.

Controlla che non ci sia una scansione in corso

Sembra un paradosso, ma sì, stiamo per suggerire che la ragione per cui il tuo PC è lento potrebbe proprio essere l’esecuzione di una scansione. Controlla che non ce ne sia nessuna in corso: scannerizzare il PC, infatti, comporta che una grande parte della RAM venga impiegata proprio per la sua esecuzione.

Disinstallazione dei programmi unitili

Il nostro pc, volente o nolente, si carica spesso di software e programmi inutili (o che sono stati utili una o due volte e poi sono finiti nel dimenticatoio). La presenza di un numero eccessivo di programmi può contribuire a ridurre la velocità del PC, soprattutto se questi si avviano all’accensione (a questo arriviamo dopo). Innanzitutto, vai su Start, poi su Pannello di Controllo e verifica quali programmi sai essere certamente superflui. Seleziona il programma e procedi con Disinstalla un programma.

Aggiorna i programmi installati

Molto spesso, i programmi stessi, se non aggiornati alla loro ultima versione, possono favorire la lentezza del PC. Dovresti, quindi, accertarti di aver installato tutti gli aggiornamenti relativi ai software e ai programmi presenti sul tuo PC.

Disattiva l’avvio dei programmi all’accensione del PC

Un altro motivo per cui il tuo PC potrebbe essere lento è che molti programmi si avviano all’accensione del PC. Se il loro avvio non ti è necessario, puoi disattivare l’opzione molto facilmente attraverso le impostazioni nel PC.

I software che sarebbe consigliabile lasciare attivi sono quelli relativi al sistema operativo e agli altri processi di sistema, oltre che gli antivirus e i programmi di sicurezza. Al massimo, puoi mantenere i programmi che sai per certo che utilizzerai (il browser, i programmi di scrittura ecc.).

Deframmenta l’hard disk

La deframmentazione dell’hard disk ti aiuta a ottimizzare lo spazio dedicato alla memoria dei file. Nei dispositivi Windows, la deframmentazione può essere attivata dal Pannello di controllo, andando su Strumenti di amministrazione, poi su Deframmenta e ottimizza unità. Questa opzione deve rimanere attiva, per farlo clicca su Modifica impostazioni e poi su Esegui in base a una pianificazione.

Libera lo spazio sul disco

Un PC lento può essere tale perché la sua memoria è sovraccarica. Alcuni file vengono memorizzati automaticamente, senza che risultino realmente utili all’utente. Questi file temporanei possono essere eliminati senza inficiare le prestazioni del PC. Sul tuo PC troverai un utility Pulizia disco, con la quale potrai procedere con la pulizia. Esistono altri software che possono aiutarti in questo: per esempio, CCleaner.

Formatta il PC

Se nessuno di questi metodi funziona, dovrai optare per una soluzione più drastica, ma necessaria. Formattando l’hard disk del PC cancellerai software e file, compreso il software del sistema operativo, che dovrai reinstallare da capo. Assicurati di salvare un backup dei tuoi file personali ed eventualmente dei file di installazione di Windows e di altri programmi, in modo che ti sia più facile ripristinarli in seguito.

Aggiorna l’hard disk

Un’altra soluzione può essere quella di sostituire l’hard disk vecchio (che potrebbe presentare danni: controlla con un programma apposito) con uno nuovo di tipo SSD: è una soluzione che implica una spesa che va dai 50 ai 200 euro, quindi valuta se non sia il caso di comprare un nuovo PC a seconda del prezzo che ti verrà fatto e delle tue esigenze.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome