Come fare la coltivazione dei bulbi

0
931
Come fare la coltivazione dei bulbi
Come fare la coltivazione dei bulbi

Coltivazione dei bulbi

Vediamo con l’aiuto di questa guida come coltivare correttamente i bulbi.
Difficoltà: Facile

Come fare la coltivazione dei bulbi

bulbi possono essere recuperati dalla stagione precedente oppure acquistati; in ogni caso devono essere conservati in ambiente asciutto, fresco e buio e, quelli acquistati, nella confezione originale; inoltre, prima di essere interrati, devono essere ripuliti delicatamente dai residui di substrati protettivi, come torbe e trucioli.

Nella coltivazione dei bulbi per quanto riguarda la messa a dimora in vaso, bisogna usare sempre terriccio nuovo che si può preparare miscelando in un secchio 4 parti di terriccio universale per piante da fiore e una parte di sabbia, quindi mescolare a lungo il composto per rompere i grumi, aggiungere un litro di acqua ogni 7 litri di terra e rimescolare fino a quando il liquido sarà completamente assorbito. Sistemare poi sul fondo dei vasi perfettamente puliti (senza incrostazioni di calcare) uno strato di argilla espansa, quindi uno strato di terriccio e, successivamente, i bulbi (con l’apice verso l’alto). Per ultimo, coprire con il terriccio rimanente fino a un centimetro dal bordo.

Invece, per il trapianto in terra, occorre innanzitutto smuovere e lavorare il terreno fino a circa 20 cm di profondità, incorporando piccole quantità di concime organico (come lo stallatico) e di sabbia di fiume. Fatto ciò, livellare il terreno (per ottenere una fioritura ordinata) e distribuirvi i bulbi (con l’apice rivolto verso l’alto), tenendo presente che la giusta profondità per ogni bulbo è quella di una volta e mezza l’altezza del bulbo stesso. Quindi ricoprirli con il terriccio e pressarli delicatamente.

Dopo la messa a dimora (sia in vaso che in terra) è necessario effettuare due moderate annaffiature per idratare i bulbi, stimolare la crescita delle radichette e favorire l’ancoraggio al terreno. Poi, dopo la comparsa delle prime foglie, le annaffiature devono essere fatte solo per mantenere umido il terriccio.
I fertilizzanti devono essere usati sole se il terriccio non è stato precedentemente concimato.

coltivazione dei bulbi

Dopo la fioritura i bulbi possono essere lasciati a riposare nel vaso o nel terreno, in quanto rifioriranno puntualmente. Invece per estrarli bisogna prima eliminare i fiori (tranne quelli che si autoseminano) e poi lasciare che le foglie ingialliscano e secchino completamente.

Summary
coltivazione dei bulbi
Article Name
coltivazione dei bulbi
Description
I bulbi possono essere recuperati dalla stagione precedente oppure acquistati; in ogni caso devono essere conservati in ambiente asciutto, fresco e buio e, quelli acquistati, nella confezione originale; inoltre, prima di essere interrati, devono essere ripuliti delicatamente dai residui di substrati protettivi, come torbe e trucioli.
Marco D'Elia
Marco D'Elia
Marco D'Elia
Publisher Logo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome