Come coltivare l’agave

0
306
Come coltivare l'agave
Come coltivare l'agave

Agave

L’agave, originaria delle zone desertiche dell’America, è una pianta appartenente alla famiglia delle Agavacee, con spettacolari foglie a forma di spada, dal margine molto spesso munito di robuste spine.

Difficoltà: Facile

Come coltivare l’agave

  1. La specie più nota è l’Agave americana, la quale impiega 10-15 anni per diventare adulta e poter fiorire. In terra libera la rosetta raggiunge da 1,8 a 2,4 metri di altezza, 1,5-3 metri di larghezza mentre l’infiorescenza a pannocchia tocca anche i 12 metri di altezza.
    Tuttavia, le piante coltivate in casa raggiungono dimensioni molto minori.
  2. L’agave di grandi dimensioni si rinvasa ogni anno all’inizio della primavera, mentre quelle più piccole ogni due o tre anni usando una composta adatta alle cactacee.
  3. Le annaffiature devono essere regolari e tali da mantenere umido il terriccio e mai bagnato. Da aprile fino ad ottobre bisogna somministrare ogni tre settimane un fertilizzante speciale per cactacee, contenente in proporzione equilibrata gli elementi nutritivi essenziali.
  4. L’agave cresce bene in pieno sole e la temperatura ideale va dai 18 ai 24°C. Se è cresciuta all’ombra, occorre abituarla gradatamente alla luce del sole per un paio di settimane. Durante l’estate è opportuno posizionarla all’aperto.
  5. Quasi tutte le specie producono dei germogli basali attorno alla rosetta di foglie; questi germogli possono essere utilizzati per ottenere nuove piante anche se è opportuno non servirsene fino a che non sono grandi a sufficienza da poter essere maneggiati senza danno.
  6. In autunno e in inverno bisogna togliere tutte le foglie basali appassite ed assicurare alla pianta luce in abbondanza.
    Quasi tutte le specie sopportano temperature invernali basse ma, affinché possano sopravvivere sotto i 7-10°C, è necessario sospendere le annaffiature e lasciare asciugare il terriccio.
  7. Per quanto riguarda la moltiplicazione, è possibile staccare i germogli basali quando sono lunghi 7-10 cm; devono essere asportati con cautela, tagliandoli alla base con un coltello affilato. Dopo aver fatto asciugare per 2-3 giorni il taglio, vanno piantati in vasi riempiti con una composta per cactacee, a 15°C di temperatura. Si devono tenere appena umidi, al riparo dal sole troppo forte, finché non hanno attecchito.
  8. L’agave è una pianta afflitta da pochi parassiti. Le possibili cocciniglie sulla pagina inferiore delle foglie si eliminano con una piccola spazzola; si passa, poi, dell’alcol denaturato e si ripete l’operazione dopo pochi giorni.
  9. Le annaffiature eccessive sono sempre dannose, specialmente se l’acqua si raccoglie nella parte centrale della rosetta e le giornate sono fredde.
    Se l’agave appare sofferente ed il terriccio è bagnato, è necessario estrarla dal vaso, lasciarla asciugare per una settimana in un luogo caldo, quindi ripiantarla nel vaso.
  10. SPECIE: Agave americana; Agave stricta; Agave victoriae-reginae.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome