Come funziona la fitoterapia

0
207
Come funziona la fitoterapia
Come funziona la fitoterapia

Che cos’è la Fitoterapia

L’impiego delle piante per la cura delle malattie rappresenta la forma di terapia più antica e più completa del mondo. Dagli albori dell’umanità la conoscenza dei rimedi a base di vegetali si è tramandata di generazione in generazione. L’obiettivo principale dei rimedi fitoterapici è di stimolare le capacità terapeutiche naturali dell’organismo di riequilibrarsi e di purificarsi. Correttamente usati possono attivare, regolare, guarire, tonificare qualsiasi parte dell’organismo i cui tessuti non sono definitivamente degenerati.

Storia Della Fitoterapia

Il concetto di fitoterapia origine con medico francese Henri Leclerc, che ha usato per primo il termine nel 1913 e che ha pubblicato varie edizioni del Précis de phytothérapie (“Manuale di Fitoterapia”), il primo nel 1922. Fitoterapia entrato nella lingua inglese con la sua definizione comune nel 1934, dopo essere stato introdotto da Eric Frederick William Powell, che era un praticante inglese di erboristeria e omeopatia. Il termine inglese, tuttavia, non ha guadagnato subito ampio riconoscimento ma solo molto più tardi.

Nel 1960 erborista tedesco e medico Rudolf Fritz Weiss pubblicò Lehrbuch der Phytotherapie (1960; Herbal Medicine ), che divenne il definitivo libro di testo tedesco sull’argomento. Il lavoro inizialmente era stato pubblicato in un formato diverso nel 1944 sotto il nome di Die Pflanzenheilkunde in der Ärztlichen Praxis (“Scienza curativa basata sulle piante nelle pratiche mediche“). Sia gli approcci di Leclerc che quelli di Weiss condividevano una forte attenzione su ciò che in seguito venne descritto come una medicina basata sull’evidenza.

Un altro punto di riferimento nella storia della fitoterapia è stato l’emergere nel 1987 della Fitoterapia di ricerca, una cura di farmacognosia inglese Fred Evans. Nel 1997 il libro Fitoterapia razionale è stato pubblicato sotto la gestione di pharmacognosist americana Varrone Tyler. Il lavoro era una traduzione inglese del libro tedesco Rationale Phytotherapie: Ratgeber für die Ärztliche Praxis (3a ed., 1996), scritto da Volker Schulz e Rudolf Hänsel.

Fitoterapia

Proviamo ora a fare un semplice decotto e un infuso.
Difficoltà: Facile
Come funziona la fitoterapia
Proviamo ora a fare un semplice decotto e un infuso.

Necessario

  • erbe essiccate
  • acqua
  • dolcificante
  1. Il decotto è più adatto quando la pianta è dura o legnosa o quando se ne usa la radice. Per un decotto, si fa bollire a lungo la pianta in acqua in modo da estrarne tutte le virtù possibili. I dosaggi per un decotto normale sono di 30 g di pianta secca, rotta o tagliata in piccoli pezzi, in un litro circa di acqua.
  2. Per quantità ridotte, usate un cucchiaino di pianta secca in una grossa tazza di acqua. Mettete la pianta in una pentola smaltata, di vetro o di acciaio (non usate mai l’alluminio) e aggiungete l’acqua. Portate a ebollizione e lasciate bollire a fuoco lento per circa dieci minuti o finché il liquido non si sarà ridotto di un terzo, poi filtrate.
  3. Per ottenere l’infuso, invece, occorre versare l’acqua bollente direttamente in una teiera dove avete precedentemente messo la pianta. Lasciate in infusione per dieci minuti, filtrate e usatelo subito. Le proporzioni standard di un infuso sono circa 30 g di pianta essiccata e 90 g di pianta fresca per mezzo litro di acqua.
Come funziona la fitoterapia
Come funziona la fitoterapia

Consigli, avvertimenti e risorse utili

– Avvertimenti

  • È buona norma usare il rimedio quando è ancora caldo
  • Per rendere il rimedio più gradevole potete aggiungere qualche erba aromatica come la menta o il timo, oppure un po’ di miele o succo di mela

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome