Come si prepara il tè

0
505
Come si prepara il tè
Come si prepara il tè

Preparare il tè

Il tè è una bevanda buona e salutare che ha origini antiche, molti lo chiamano anche the o thè, il tè viene ricavato dalle foglie di specifiche piante di nome Camellia Sinensis, esistono migliaia di qualità di te e spesso viene miscelato con erbe, spezie o essenze. Le miscele di te possono essere aromatizzate.
Oggi il tè è una bevanda comune, un tempo era riservato ai nobili.
Il tè può essere bevuto caldo e freddo, comunque rimane un ottimo dissetante naturale.
Il tè dopo l’acqua è la bevanda più diffusa al mondo e se bevuto regolarmente i suoi benefici sono incredibili.
Qualunque sia la miscela scelta, la preparazione del  è un’operazione che richiede attenzione e calma. Conosciamone la procedura attraverso questa facile guida.
Importante:
Il Tè è un decotto e non un decotto o anche detto infuso, non è per forza necessario far bollire l’acqua.
Difficoltà: Facile

Come si prepara il tè

  • Qualità di tè
  • il tè nero
  • il tè verde
  • il tè oolong
  • il tè bianco
  • il tè giallo
  • il tè Pu’er o tè postfermentato
  1. La preparazione del  è un’operazione che esige una attenzione ed una calma particolari, sia che venga fatto per se stessi o per offrirlo da bere.
  2. Innanzitutto, il  deve essere preparato solo al momento di servirlo e mai prima. Gli ingredienti sono costituiti da acqua bollita e  di ottima qualità.
  3. La comune dose consiste in una punta di un cucchiaino per tazza e un cucchiaino per la teiera. Per alcune qualità di  molto profumato è preferibile utilizzarne in quantità minore, mentre per il  di fiori la dose può essere raddoppiata.
  4. Poiché il  rilascia il suo aroma ad una temperatura molto vicina ai 100°C, è necessario scaldare bene la teiera, sia essa di porcellana, di metallo o di terracotta, versarvi l’acqua che abbia raggiunto quasi l’ebollizione e, quindi, aggiungere la dose di .
  5. Un altro metodo di preparazione tradizionale è quello alla russa, per il quale è necessario utilizzare il samovar, un grosso bricco metallico in cui l’acqua è mantenuta bollente da un fornello a spirito. Sopra il bricco è posta una piccola teiera con infuso concentrato di ; una piccola dose di quest’ultimo viene versato nella tazza per poi essere diluito con l’acqua fatta scendere da un piccolo rubinetto situato nel bricco.
  6. Un’alternativa ai precedenti metodi e molto diffusa ovunque è quella che utilizza le bustine-filtro, ognuna delle quali contiene la dose per una tazza; la bustina viene messa nella teiera o nella tazza, dopodiché si versa direttamente su di essa l’acqua bollente.
  7. Il  ben preparato si presenta con un colore giallo un po’ carico, limpido, con un leggero odore di miele e un sapore piuttosto amarognolo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome