Cosa fare a Genova

0
170
Cosa fare a Genova

Genova cosa fare

Genova è una città dalle mille sfaccettature. Il suo fascino sta proprio nella contraddittorietà del suo carattere, l’asprezza con cui moltitudini di generi architettonici e scorci urbani convivono sotto la luce dello stesso sole. Sia che Genova sia illuminata, sia che non lo sia, basta alzare lo sguardo per vedere le testimonianze delle ere storiche che si sono succedute, affannandosi per lasciare una traccia nei palazzi e nelle strade che ne costituiscono, oggi, l’odierno centro storico.

A Genova c’è molto da scoprire e da fare, soprattutto nella bella stagione, quando il clima permette di fare delle lunghe passeggiate tra i caruggi e i parchi della città.

Cosa sono i caruggi?

E soprattutto: cosa fare a Genova? 

Scopriamolo.

Caruggi

Cosa fare a Genova

I caruggi, come denominati nel dialetto genovese, o comunemente detti vicoli, sono le stradine che si districano nel centro storico più vecchio della città. Un tempo il cuore pulsante economico della rete sociale genovese, oggi resta un fascinoso e antico grembo, ricco di pulsazioni della tradizione, della cultura e della “genovesità” più antica.

All’interno dei vicoli ci si perde nella confusione del giorno, quando i turisti affascinati li affollano con gli occhi che corrono di qua e di là, lungo le vie principali, con un misto di curiosità e sospetto.

La notte, invece, diventano un gruppo di stradine nelle quali avventurarsi con una certa cautela.

Chiariamo subito: i caruggi non sono pericolosi.

Non è difficile immaginarlo, poiché le numerose attività ristorative e i negozietti e le focaccerie non permettono un conclamarsi della criminalità veramente dannoso per i turisti. Inoltre, la notte alcuni carruggi diventano persino uno dei punti nevralgici della vita mondana dei giovani universitari e non.

Ma come in tutti i centri storici di ogni città, la prudenza, anche qui, non è mai abbastanza: tuttavia, si può stare certi che la vista dei crocchi di ragazzi vi saprà indicare sempre le strade più affollate e sicure anche nelle ore più buie.

 

I Rolli e i Musei

Cosa fare a Genova, Rolli

Un’altra tappa fondamentale, sempre radicata nel centro storico, sono i Rolli, ovvero i palazzi nobiliari e reali che in passato venivano usati per dare dimora alle famiglie dei nobili che risiedevano temporaneamente o stabilmente in città.

Si affacciano sulle “Strade Nuove” (Patrimonio dell’UNESCO dal 2006), ossia in via Garibaldi, via Cairoli e via Balbi (dove si trovano le facoltà di lingue, lettere e si tengono lezioni di numerose altre facoltà). Questi palazzi sono la testimonianza della grandezza della Repubblica Marinara che Genova fu tra il 500 e il 600 e oggi convivono, tra un vicolo e un altro, anche ospitando numerose attività commerciali della città.

Da visitare i Musei di Strada Nuova, ossia Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi in via Garibaldi, ricchissimi di arredamenti, collezioni e opere di italiani, spagnoli e fiamminghi, dal XV secolo in poi.

Importantissimo anche il Museo del Mare, uno scrigno che si divide tra testimonianze di quattro età: età marineria, età del remo, età della vela ed età del vapore. Il museo fa del tema del viaggio dell’uomo via mare un’incredibile narrazione che parte dalle prime iniziative mercantili, fino ai disperati viaggi delle odierne migrazioni provenienti dall’Africa.

Uno spaccato del rapporto tra l’uomo e il mare che può educare anche sul nostro presente.

 

Acquario e Porto Antico

Cosa fare a Genova, Acquario

Una tappa immancabile, a parer di molti turisti, è senz’altro l’Acquario di Genova.

Al suo interno, si sviluppano una serie di percorsi specifici, incentrati ciascuno su un microambiente ed ecosistema marino (e anche terreno), che potrete scegliere di percorrere o meno. Questo è sicuramente il posto più amato dai bambini, che rimarranno estasiati dalla bellezza che solo la natura può regalare, e, nel migliore dei casi, potranno uscire dall’Acquario motivati a proteggere il nostro ecosistema e le creature che ci vivono, curandosene con rinnovato impegno e dedizione.

Cosa fare a Genova

Una volta fuori dall’Acquario, vi troverete a pochi passi dal Porto Antico: la bocca, gli occhi e le orecchie di Genova, si potrebbe dire, si concentrano proprio qui. Mangiare una foccaccia o una farinata e guardare le costruzioni architettoniche e artistiche che si affacciano sul mare, guardare la luce del sole che si screzia sulla superfice d’acqua, è sicuramente una delle cose da fare a Genova tanto potenti da rimanerti nella memoria.

 

Cattedrale di San Lorenzo

Cosa vedere a Genova

La cattedrale di San Lorenzo è la chiesa principale della città. Lo stile romanico è intrecciato ad alcuni elementi gotici subentrati in seguito.

All’interno si trovano numerose opere pittoriche e scultoree, un organo barocco e il museo del tesoro di San Lorenzo, che include numerosi oggetti sacri, tra cui il Sacro Catino.

 

Passeggiata Corso Italia e Boccadasse

Cosa fare a Genova - Boccadasse Corso Italia collega il quartiere La Foce al borgo di Boccadasse, uno spaccato di architettura mediterranea pittorico e suggestivo. Il mare accompagnerà i vostri passi fino alla culla del borgo, dove potrete rilassarvi osservando i pescatori e le onde che si infrangono sulla scogliera, comodamente seduti su uno dei ristoranti che lo popolano, oppure sorseggiando un drink e gustando una focaccia seduti sulla spiaggia.

 

Panorami

overview of Genoa at evening

 

Genova verticale – vertigine, aria, scale…

Mirabilmente così descritta da Caproni, Genova è una città che si estende tanto in lunghezza, quando in altezza. Basta alzare lo sguardo per scorgere le colline e le alture che si affacciano quasi a strapiombo sul mare, con i palazzi che svettano l’uno dopo l’altro, come scalini minacciosamente ripidi. Questa spinta verso l’alto del terreno genovese si traduce, molto (troppo) sesso, in scalinate, salite, e ascensori e funicolari che si inerpicano in vari punti della città e conducono direttamente ai luoghi più alti di Genova.

Da molto di questi luoghi è possibile godere di un panorama mozzafiato, in cui l’occhio può cogliere a pieno l’estrema vicinanza, a tratti innaturale all’occhio, di due realtà così diverse: una città subito a ridosso del mare.

Da Spianata Castelletto, raggiungibile dall’ascensore in Piazza Portello, vedrete il centro storico e il porto. La Funicolare Zecca-Righi (da Largo Zecca) vi condurrà agli antichi forti genovesi immersi nel verde del quartiere Righi, mentre con l’ascensore Montegalletto raggiungerete il bellissimo Castello D’Albertis e il Museo delle Culture del Mondo.

 

Parchi Nervi

Cosa fare a Genova Nervi

Se cercate un punto verde dai colori incantevoli, dove passare una rigenerante giornata primaverile o estiva, la vostra meta non può che essere una: i Parchi Nervi.

In mezzo a giardini un tempo privati, ora pubblici e ospitanti musei, potrai ammirare specie uniche di piante e di fiori, vedere correre gli scoiattoli e da lì incamminarti nella suggestiva passeggiata a mare di Anita Garibaldi, che si dilunga in cima agli scogli.

 

Cosa Mangiare a Genova

Cosa fare a Genova

Ci sono tante cose da fare a Genova, almeno quante sono le cose che potrai mangiare a Genova. Ecco i piatti tipici che ti consigliamo di assaggiare:

  • Focaccia
  • Farinata
  • Trofie al pesto
  • Panissa: una sorta di polenta con farina di ceci
  • Panera: un semifreddo al caffè
  • Il pesce
  • Torta pasqualina: una torta salata di ricotta e spinaci
  • Canestrelli
  • Pansotti alla salsa di noci

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome