Come pulire la canna fumaria

0
68
Pulire la canna fumaria

Pulire la canna fumaria

Quando si avvicina l’inverno oppure si è già nel pieno del suo freddo, avere un camino in casa può fare la differenza. Oltre a regalare una scena bucolica e sensorialmente appagante, il camino deve, però, anche offrire una garanzia di sicurezza e affidabilità. Entrambe queste qualità passano per una costante, attenta e accurata manutenzione.

Molto spesso amiamo l’idea di possedere un camino e beneficiare del suo calore e del suo fascino antico e rudimentale, però non abbiamo i mezzi e gli strumenti e le nozioni per capirne il funzionamento.

Per garantire l’efficienza e la sicurezza del camino, a meno che non si voglia chiamare uno specialista che può essere oneroso, è indispensabile armarsi di pazienza e imparare le tecniche base di manutenzione del camino.

In questo articolo vediamo proprio come pulire la canna fumaria, uno step importante per la nostra tranquillità.

Fai le valutazioni preliminari alla pulizia della canna fumaria

Prima di tutto dovrai verificare le condizioni e lo stato di pulizia della canna fumaria.

Tendenzialmente, è consigliabile pulire la canna fumaria almeno una volta all’anno (preferibilmente in autunno, appena prima che inizi la stagione fredda, quando accenderai il fuoco). Se usi spesso il camino e in un ambiente sempre molto frequentato dovresti pulirla anche con maggiore frequenza.

La fuliggine costituisce il resto di cenere che si accumula sulle pareti della canna fumaria e del camino. La pericolosità della fuliggine sta nel fatto che, se in eccesso, potrebbe incendiarsi all’accensione di un fuoco. Per questo motivo va correttamente eliminata, al fine di scongiurare qualsiasi rischio.

Valuta la quantità di fuliggine presente e decidi se occorre effettivamente pulire la canna fumaria. Guarda all’interno di essa e misura lo spessore del particolato accumulato sulle pareti servendoti di una bacchetta o di una penna: passala su una parete e controlla se lo spessore supera i 3 millimetri. Se sì, allora dovrai procedere con la pulizia.

Dovrai anche conoscere le misure in altezza, larghezza e lunghezza della canna fumaria, in modo da procurarti gli attrezzi adeguati a coprire tutta la superficie.

Controlla anche che non ci siano animali intanati all’interno: molto spesso, roditori, pipistrelli, uccelli o persino gatti possono infilarsi dal tetto giù per la canna.

Attrezzi per pulire la canna fumaria

Molto probabilmente dovrai affrontare alcune spese per procurarti l’attrezzatura adatta a compiere le operazioni di pulizia.

Questi sono gli strumenti che ti serviranno per pulire la canna fumaria:

  • Tubi flessibili e estensibili (dell’altezza della canna fumaria o più)
  • Una spazzola per canna fumaria, con setole in plastica (il diametro deve essere quello della canna) e una più piccola con setole più rigide
  • Un telo di plastica per coprire la casa e i mobili (copri tutto prima di iniziare con la pulizia), scopa e paletta
  • Mascherina protettiva, occhiali, vestiti adeguati e bandana per evitare di sporcarti e soffocarti
  • Una scala (se vuoi eseguire la pulizia dall’alto).

Come pulire la canna fumaria dall’alto

Per pulire la canna fumaria dall’alto ti occorrerà salire sul tetto. Ovviamente dovrai essere certo che il tetto sia in buone condizioni e che regga il tuo peso e che le condizioni meteo consentano l’operazione (no pioggia, neve, ghiaccio o vento).

Infila il tubo partendo da una sezione, attaccandovi la spazzola. Compi un movimento in alto e in basso, ripetutamente per spazzolare l’interno della canna finché non ti sembrerà di aver raschiato a sufficienza. Poi aggiungi un’altra setola al tubo e procedi nello stesso modo più in fondo alla canna fumaria. Una volta pulita la canna fumaria per intero, scendi dal tetto e termina con la pulizia del camino servendoti della spazzola più piccola, passandola anche sulla parte più bassa della canna fumaria.

Pulire la canna fumaria dal basso verso l’alto

In questo caso, per pulire la canna fumaria dovrai procedere dall’interno del camino. Attacca la spazzola alla prima sezione del tubo e spingi in alto la spazzola, per poi tirarla in basso verso di te, ripetutamente. Via via, prosegui aggiungendo sempre più sezioni al tubo per arrivare alle pareti più alte della canna fumaria.

Pulire la base del camino

Alcune canne fumarie sono dotate di una base a un livello inferiore, alla quale si può accedere da uno sportello.

Se presente anche nel tuo camino, provvedi a pulire anche la base, addentrandoti e rimuovendo tutti i residui eventuali accumulatisi dal piano superiore del camino. Usa una palettina e un secchiello per raccogliere il tutto.

Quando avrai finito di pulire la canna fumaria e la base eventualmente presente, completa la pulizia del camino e della camera di combustione.

Dopodiché raccogli la polvere e la fuliggine accumulatasi nella stanza e sopra i teli.

Ultime note importanti per pulire la canna fumaria

Ricorda che le ceneri sono rifiuti speciali, infiammabili, che non andrebbero unite ai rifiuti indifferenziati. Informati sulla raccolta differenziata dei rifiuti speciali del tuo comune e trasporta i residui nelle apposite isole ecologiche, oppure consegnale presso gli appositi furgoni nei giorni stabiliti.

Poiché si tratta di materiali combustibili, non accendere fiamme dei paraggi dei secchi e delle superfici piene di fuliggine.

Procurati una mascherina adeguata e sicura, che ti permetta di pulire la canna fumaria senza respirare le polveri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome