Come disostruire il WC

0
79
Housekeeper cleaning a hotel room
Housekeeper cleaning a hotel room

Capita a tutti, una volta nella vita, di incorrere in uno spiacevole episodio domestico, del tutto inaspettato, che lascia più o meno contrariati. Ostruire il WC non è un bel modo per cominciare la giornata, specialmente quando devi correre a lavoro. Non è neppure piacevole a fine giornata, quando ti accorgi di non avere gli strumenti adeguati per provare a disostruire il WC con i rimedi domestici.

Ad ogni modo, quando capita non c’è nulla da fare occorre mettersi l’anima in pace e provare, senza ricorrere a imbarazzanti interventi esterni, a sturare il WC con alcuni semplici metodi fai da te.

In questo articolo, te ne sveliamo qualcuno.

 

Prima di tutto

Una prima regola da seguire è quella di non scaricare lo sciacquone, perché, come certo avrai notato, l’acqua tende a rimanere e ad accumularsi dentro la tazza.

 

Disostruire il WC con un prodotto enzimatico

Puoi trovare un prodotto enzimatico appositamente creato per disostruire il WC nei supermercati e nei punti di rivendita specializzati in idraulica, pulizia e igiene della casa. Questo prodotto contiene speciali principi attivi che possono diluire e liquefare l’ostruzione, nel caso questa sia originata da materiale organico o da sostanze di scarto non troppo resistenti. Questa scelta è l’ideale, perché non danneggia le tubature e, soprattutto, l’ambiente.

 

Metodo fai da te per sturare il WC: bicarbonato e aceto

Questo metodo fai da te può aiutarti a sturare il WC senza ricorrere a prodotti specifici. Ti serviranno acqua calda, bicarbonato e aceto.

Prima di tutto, fai bollire due litri di acqua e prepara circa 200 gr di bicarbonato di sodio e mezzo litro di aceto.

Una volta che l’acqua avrà cominciato a bollire, lasciala stemperare leggermente, per evitare che l’acqua troppo calda spacchi o danneggi la porcellana della tazza. In attesa che si raffreddi, versa l’aceto e il bicarbonato dentro il WC. Questi due elementi insieme daranno una reazione frizzante: non ti preoccupare, è proprio quello che ti serve e non fuoriuscirà dal water.

Nel caso non cui non avessi il bicarbonato o l’aceto, sostituiscili con del sapone per piatti, che dovrebbe contribuire a far scivolare l’eventuale materiale ostruente.

Quando avrai finito di versare entrambi gli ingredienti (aceto e bicarbonato di sodio), accertati che l’acqua non sia troppo calda e versala dentro il WC. Assicurati che l’impatto sia forte: per ottenere questo effetto, versa l’acqua da un punto quanto più alto possibile.

La soluzione dovrà rimanere così per una notte (o almeno 8-10 ore). La mattina seguente prova a tirare lo sciacquone e controlla se l’ostruzione è stata rimossa. Prova a tirare due volte lo sciacquone, nel caso in cui non ti sembra di vedere risultati. Se la soluzione non ha funzionato, ritenta per la seconda volta. Se continui a non avere risultati, probabilmente dovrai ricorrere a uno sturalavandino o a una sonda.

 

Disostruire il WC con uno sturalavandini

I modelli di qualità, che ti permettono di disostruire il WC facilmente, sono robusti e hanno la flangia verso l’alto. Ne esistono anche di forma sferica, altrettanto efficaci, poiché aderiscono meglio. Assicurati, prima di procedere a disostruire il Wc con lo sturalavandini, di preparare l’ambiente in modo da evitare di sporcare o bagnare eccessivamente il pavimento. Ricopri il pavimento di giornali e carta straccia che non ti serve per proteggerlo da schizzi o gocce.

Procurati dei guanti per proteggerti le mani ed evitare di venire a contatto con germi e altro materiale. Se possibile, indossa un paio di guanti lungo fino ai gomiti. Indossa anche degli abiti vecchi che potresti eventualmente buttare.

Bagna lo sturalavandino con l’acqua corrente per facilitare l’aderenza alle pareti del WC. Poi immergilo dalla parte della gomma nel WC, in modo che ricopra tutto il foro.

A questo punto, spingi lo sturalavandino applicando un po’ di forza. La prima volta esso spingerà solo aria, dopo un paio di spinte comincerà a tirare acqua. Applica una pressione allo sturalavandino e poi tira velocemente. Ripeti questa operazione più volte, abbastanza vigorosamente, perché l’ostruzione potrebbe muoversi lentamente attraverso il foro. Ripeti fin quando necessario, finché non sei sicuro di aver liberato lo scarico del water.

Disostruire il WC con una sonda

La sonda è uno strumento adatto a disostruire le tubature dei WC, lavandini e altri tipi di scarichi. Forse potrai conoscerla come “molla sturalavandini”. È una bobina lunga e flessibile in grado di insinuarsi nelle curvature dei tubi anche in profondità.

Immergi l’estremità della sonda spingendo in basso, procedendo a farla scorrere finché non ti accorgi di aver urtato l’ostruzione. Ruota la sonda continuando ad esercitare pressione in avanti, in modo che la punta possa frammentare l’oggetto e ridurlo in pezzi più piccoli. Quando non senti più la resistenza, il tuo scarico dovrebbe essere pervio e dovresti essere riuscito a disostruire il WC.

Per accertartene, scarica lo sciacquone.

Se non riesci a sturare lo scarico in questo modo, prova a far scorrere la sonda dall’apertura opposta del WC. Dovrai prima smontarlo e metterlo sottosopra, dopodiché inserire la sonda sull’apertura inferiore.

In alternativa, chiama un idraulico senza vergogna o imbarazzo e vedrai che saprà aiutarti, senza che tu te ne accorga. Probabilmente, lo farà altre 5 volte prima di concludere l’orario lavorativo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome