Come coltivare i girasole

0
516
Come coltivare i girasole
Come coltivare i girasole

Girasole

Pianta maestosa e altamente decorativa, il girasole è facile ed economico da coltivare in vaso, già a partire dalla fase della semina. Si adatta facilmente a diversi ambienti, ma l’importante è che il sole colpisca con i suoi raggi il punto dove posizioneremo il vaso. Esistono diverse varietà di questa pianta, dal girasole nano a quello gigante: scegliamo il tipo di girasole in base allo spazio che abbiamo a disposizione per coltivarlo. Un girasole nano avrà bisogno di un vaso più piccolo rispetto a quello necessario per uno gigante.
Non è necessario avere il cosiddetto pollice verde per decorare e colorare i nostri spazi esterni con questa pianta solare e allegra, l’importante è seguire qualche piccolo accorgimento e il girasole si adatterà facilmente alle condizioni ambientali in cui lo faremo crescere.

Difficoltà: Normale

Come coltivare i girasole

Necessario

  • Semi di girasole
  • Vaso di coccio (preferibile
    a quello in plastica)
  • Terriccio (arricchito di
    concimi naturali o fondi
    di caffè)
  1. Il periodo ideale per la semina del girasole è da marzo ad aprile. Esso dura circa un anno.
  2. Procuriamoci i semi di girasole, acquistabili presso un negozio di prodotti di giardinaggio. Se non ne disponiamo, acquistiamo anche i vasi da utilizzare per coltivare i girasole. Preferibilmente i vasi dovrebbero essere di coccio.
  3. La grandezza del vaso deve essere medio grande. Le dimensioni del vaso dipendono molto da quale tipologia di pianta voglia seminare e coltivare. Il girasole gigante avrà bisogno di un vaso piuttosto grande. In generale possiamo regolarci scegliendo vasi che abbiano le dimensioni di 45×30 cm (vaso rettangolare) o 30 cm di diametro (vaso rotondo).
    Scegliamo un vaso profondo dai 50 ai 70 cm circa.
  4. Prepariamo il terriccio: la cosa importante è che sia concimato. Usiamo concimi naturali o fondi di caffè sbriciolati nella terra. mettiamo la terra nel vaso e non pressiamola eccessivamente.
  5. Con la punta di un legnetto, iniziamo a fare dei piccoli buchi nel terriccio profondi non più di 2 cm. facciamo in modo i buchi siano disposti su due file parallele e distanziamo ognuno di circa 8 cm l’uno dall’altro.
  6. In ogni piccolo buco nel terreno facciamo cadere un seme di girasole. Copriamo il buco con il terriccio.
  7. Poniamo il vaso in un punto esterno in cui batte per gran parte della giornata il sole. Il girasole ama molto i raggi del sole e li segue girando su se stesso. Inoltre un girasole che gode di una buona esposizione crescerà rigoglioso e sano.
  8. Inumidiamo il terreno con l’acqua. Non esageriamo con le quantità d’acqua, troppa fa male alla pianta.
  9. Dopo 5 giorni circa vedremo spuntare da sotto il terriccio la piantina. Non tocchiamola e proseguiamo a prenderci cura di essa solamente annaffiandola ogni 2 giorni. Con il passare del tempo essa crescerà.
  10. Se notiamo che il vaso in cui si trovano le piante inizia ad essere un ambiente troppo stretto per una convivenza felice e sana tra i girasole, possiamo procedere al travaso. Eseguiamo questa traumatica operazione quando le piante raggiungono i 15 cm e comunque prima che le radici si aggroviglino tra loro.
  11. Procediamo quindi preparando il terriccio per riempire un altro vaso. Arricchiamolo particolarmente di concime naturale, poiché dopo il travaso la pianta deve recuperare forze per ristabilirsi dal trauma.
  12. Estraiamo dunque la pianta con tutto il panetto di terra che circonda le sue radici e poniamola dentro il nuovo vaso. Teniamo il terriccio sempre umido nei primi giorni dopo il travaso.
  13. Se il girasole diventa troppo alto, possiamo aiutarlo a stare in piedi con un sostegno: conficchiamo nel terreno un tutore di legno e leghiamo insieme il tutore e lo stelo. Così eviteremo che lo stelo si spezzi.

Consigli, avvertimenti e risorse utili

– Consigli

  • Se facciamo seccare il fiore, nella corolla potremo raccogliere tanti semi di girasole utili per una nuova semina.

 

– Avvertimenti

  • Non tagliamo mai il gambo del girasole, anche quando ci sembra troppo alto: evidentemente è la varietà di girasole che abbiamo scelto che deve crescere così alta.
  • Non piantiamo i semi in pieno inverno quando c’è troppo freddo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome