Come asciugare i capelli

0
18
E quindi mettiamoci l'anima in pace, armiamoci di spazzola, asciugamano e phon e vediamo, per filo e per segno, come asciugare i capelli.

Per molte persona il momento dello shampoo è un vero e proprio rito, che si consuma in tempi biblici e solo grazie a un impegno e a una costanza davvero ammirevoli. Si sa che chi gode di una fluente chioma vigorosa, ha anche qualche grattacapo in più nell’asciugare i capelli.

A meno che i capelli non siano geneticamente programmati per dare risultati ottimali anche a un’asciugatura naturale, può essere davvero arduo dare la piega perfetta alla nostra chioma, senza danneggiare troppo il capello ed evitare di risultare come un barboncino appena uscito da un cespuglio.

Ogni capello ha una propria asciugatura che va messa in pratica secondo un iter costituito da tappe ben studiate. Insomma, non è facile, no, asciugare i capelli. Ma si deve pur fare, almeno una o due volte a settimana. E quindi mettiamoci l’anima in pace, armiamoci di spazzola, asciugamano e phon e vediamo, per filo e per segno, come asciugare i capelli.

 

Operazioni preliminari

Le operazioni preliminari all’asciugatura dei capelli contribuiscono a ottenere un risultato migliore. In generale, lo stato di salute del capello ha influenza su come appare a seguito della sua asciugatura, esattamente come lo stato di salute del nostro copro si può leggere sul nostro viso.

Assicurati sempre di usare shampoo adatti al tuo capello, soprattutto quando è sottoposto a stress come il phon, la piastra, la spazzola, la tinta e così via. Per ottenere una chioma lucida e sana, usa uno shampoo idratante e nutriente, che possa ammortizzare gli effetti dello stress termico a cui verrà sottoposta se usi il phon.

Accertati di aver risciacquato bene i capelli dal balsamo e cerca di eliminare l’acqua in eccesso, strizzandoli leggermente mentre sei ancora dentro la doccia o nella vasca (o dovunque tu faccia lo shampoo). Dopodiché, procurati un asciugamano e passiamo allo step successivo.

 

Come asciugare i capelli: prima fase

La prima fase consiste nell’eliminare ancora l’acqua in eccesso attraverso un asciugamano. Se hai i capelli lunghi, avvolgi l’asciugamano attorno ai capelli e tampona leggermente, senza strofinare con aggressività, perché potresti danneggiare il capello, favorendo la comparsa di doppie punte.

Se hai i capelli corti, puoi avvolgere l’asciugamano attorno alla testa e, allo stesso modo, tamponare con delicatezza.

Non lasciare i capelli inzuppati o troppo bagnati o il getto caldo del phon li farà “bollire”: il solo pensiero è molto spiacevole, non credi?

In estate, se hai tempo, lascia asciugare al naturale i capelli, oppure almeno per metà, per poi procedere con la pettinatura con la spazzola e il phon.

Asciugare i capelli con il phon

Il phon è, come tutti sappiamo, un’arma a doppio taglio: se usato male, può danneggiare i capelli, ma risulta anche estremamente funzionale per dare alla chioma una piega particolare e anche per dimezzare (se non di più) i tempi di asciugatura.

Se usi il phon, ti consigliamo di asciugare i capelli prima a testa in giù, cercando di far evaporare l’umidità in eccesso dalle radici più vicine alla nuca.

Dopodiché, potrete procedere con il brushing (la pettinatura) con la spazzola… MA, attenzione: prima di passare alla spazzola, districate i nodi più grossi dapprima con le dita, cominciando anche a dare la piega giusta alla chioma. Dopodiché, potrete passare alla spazzola.

 

Dare la piega ai capelli con la spazzola

La spazzola per capelli deve essere adatta alla tua chioma e al modo in cui vuoi pettinarla. Se vuoi creare un effetto voluminoso, opta per delle spazzole grosse e tonde, mentre se vuoi ottenere un effetto liscio, vai per quelle piatte.

Per donare lucentezza e nutrire i capelli, potrete applicare lozioni anti-crespo, spray volumizzanti e oli (anche appena una o due gocce di quello d’oliva è consentito).

A questo punto, potete passare all’asciugatura vera e propria.

 

Come asciugare i capelli

Se hai una capigliatura riccia, ti consigliamo di asciugare i capelli con la tecnica del plopping. Metti un asciugamano su un tavolo e capovolgi la testa di di esso, in modo che le curve dei capelli si appiattiscano naturalmente. Dopodiché chiudi il panno a mo’ di turbante. Puoi usare anche un panno di cotone per compiere questa operazione. Dopo un paio d’ore, ultimate l’asciugatura col phon a velocità media e il diffusore. Per ottenere un effetto più voluminoso, è meglio asciugare i capelli a testa in giù; mentre per un effetto meno vaporoso, è consigliabile asciugare dall’alto al basso.

Se hai una capigliatura liscia, applica il bocchettone sul phon. Comincia ad asciugare le radici, ma direzionando il getto verso il basso. Se usi una spazzola, avvolgi le ciocche attorno a essa, direzione il phon verso la stessa ciocca e comincia a far scorrere la spazzola, srotolando la ciocca e accompagnando col phon. Il movimento deve essere verso il basso.

 

Consigli per asciugare i capelli

Il phon va utilizzato sempre a non meno di 15 cm dal capello e mai per più di un’ora. Inoltre, è consigliabile cominciare l’asciugatura con un getto forte e a temperatura massima, ma ridurre progressivamente entrambi via via che si va completando l’operazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome