Come aprire un laser game

0
136
Come aprire un laser game

laser game

Il laser game, anche detto Laser Tag, è uno dei più moderni sviluppi dell’intrattenimento giovanile (seppure potenzialmente adatto per tutte le età). Direttamente importato dagli Stati Uniti, dove ha visto la luce nei recenti anni ’80, si è diffuso in Italia soltanto in questo ultimo decennio.

Cos’è un laser game

Il gioco consiste nel mettere in scena in una vera e propria simulazione di un combattimento ad armi da fuoco, le quali vengono riprodotte in maniera molto fedele, seppur con una tecnologia che della pericolosità con le originali non condividono nulla.

I giocatori si dividono in squadre di anche fino a 20 partecipanti. Questi sono dotati di un abbigliamento appositamente creato per adattarsi alle modalità di gioco, contribuendo al loro funzionamento.

Infatti, il laser game si basa su una tecnologia che combina pistole laser e corpetti equipaggiati di sensori che si attivano quando vengono colpiti e investiti dal fascio di luce delle armi.

Il laser game si può distinguere in laser game indoor, ovvero i laser game che si svolgono all’interno di arene e di locali chiusi (ne sono un esempio il Quasar e il Q–Zar), oppure outdoor, che, al contrario, si attuano in ambienti aperti.

Le arene in Italia sono quasi esclusivamente indoor e includono anche altri tipi di giochi (come il bowling), ma anche locali adibiti alla ristorazione e bar, pub e altro genere di servizi.

Per aprire un laser game in Italia è necessario affrontare una serie di spese ed è necessario effettuare analisi, progettazione, e condurre un’indagine sui luoghi più strategici in cui ubicare la propria attività, insieme a un’analisi del budget a disposizione e del materiale acquistabile con esso.

Ma cerchiamo di vedere nel dettaglio quali sono le tappe fondamentali per aprire un laser game.

Come aprire un laser game

Come qualsiasi altra attività che si voglia aprire, è necessario condurre delle indagini preliminari sul territorio e sul target di pubblico a cui vogliamo indirizzarci.

Alcune domande da porsi sono, quindi:

  1. Quali aree ho a disposizione per installare la mia arena di laser game?
  2. A quale pubblico voglio indirizzarmi e come raggiungerlo?

Per rispondere alla prima domanda è necessario avere alcuni dati alla mano, quali la superficie minima su cui si articoleranno i locali adibiti al laser game.

L’arena di per sé ha mediamente bisogno di almeno 200 mq, considerando che a ciascun giocatore dovrebbe essere garantito uno spazio minimo pari a 10 mq.

A questa superficie va aggiunto uno spazio riservato alla reception di almeno 10 mq, dei locali per la vestizione di 15-20 mq e l’area destinata ai servizi igienici di non meno di 15-20 mq.

Questa superficie, ovviamente, è stimata su un numero di 20 giocatori per sessione. Ulteriori zone possono essere riservate ad altre attività commerciali, come sala giochi, ristoranti, pub, pizzerie, bar e così via.

Dove e per chi aprire un laser game

A questo punto potrai valutare quali aree sono disponibili nel tuo territorio.

Considera che questo genere di attività ha come pubblico target i giovani. L’ideale sarebbe aprire un laser game nei pressi di università, scuole, in zone ad alta densità turistica, centri commerciali, e in tutte le zone molto frequentate soprattutto da persone comprese nella fascia di età inferiore ai 35-40 anni.

Un ulteriore vantaggio è la presenza di un parcheggio nelle immediate vicinanze dell’arena.

È, comunque, opportuno specificare che non è da escludere la possibilità di aprire un laser game anche in luoghi decentrati rispetto al centro cittadino. Infatti, si può comunque avere un flusso di clienti cospicuo e redditizio, a patto che i servizi siano molto buoni.

Le potenzialità di un laser game sono, comunque, davvero tante. Se anche non potessi avvantaggiarti di una posizione super centrale, non preoccuparti e cerca di puntare su altro.

Puoi anche valutare, per esempio, di stringere accordi di collaborazione con servizi taxi, autonoleggio, noleggio bici e quant’altro, per poter assicurare una buona raggiungibilità del luogo.

Quali licenze ci vogliono per aprire un laser game

Un’attività nuova e innovativa come quella di un laser game è, potenzialmente, un’osservata speciale. Poiché è ancora quasi del tutto sconosciuta agli enti e ai comuni, questi potrebbero richiedere ddocumenti e materiale specifico a propria discrezione.

Tuttavia, non scoraggiarti: fai richiesta al tuo comune di residenza e attendi risposta, accertandoti sempre di richiedere tutte le informazioni necessarie per mantenerti sempre in regola.

Vedrai che alla fine avrai una licenza che ti permetterà di mettere in piedi la tua attività.

Aprire un laser game: equipaggiamento e scenografia

Per quanto riguarda l’equipaggiamento, dovrai dotarti di armi laser e pettorine per ciascun giocatore partecipante a una sessione. Esistono diverse aziende che forniscono questo tipo di attrezzatura: non ti resta che fare una ricerca su internet e scandagliare il panorama.

Ovviamente un laser game deve garantire un’esperienza unica a 360 gradi, quindi dovrai assicurarti di mettere in scena un’ambientazione convincente, coinvolgente e accattivante.

Fatti affiancare da esperti che sappiano consigliarti su quale scenografia puntare a seconda del target che più verosimilmente ti frequenterà e fruirà del tuo servizio.

Puoi optare per ambientazioni più futuristiche, più naturali, o ancora labirintiche e militari. Le alternative sono molteplici e una volta che avrai risolto tutte le questioni burocratiche, rilassati e sbizzarrisciti, perché sei arrivato alla fase più bella e creativa del percorso per aprire un laser game.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome