Come aumentare la memoria

0
89
Come aumentare la memoria

La memoria è quella cosa per la quale ti trovi costretto, con imbarazzo, ad ammettere: “Scusa, non ricordo il tuo nome, puoi ripetermelo?”, oppure a maledirti, dicendo: “Lo sapevo, ho dimenticato di prendere la passata di pomodoro!”. Ed è, per quanto buffo, anche quella cosa per cui nessuno ti cancellerà mai dalla testa il celeberrimo ritornello: “Viva la pa-pa-pappa, col pomo-pomo-pomo-pomodoro!”

Eppure, trattasi sempre di pappa al pomodoro.

Allora, come mai questa distinzione di trattamento?

La verità è che spesso non ricordiamo il pensiero o l’oggetto nel suo contesto naturale e ovvio, bensì, in contesti alieni, strani, particolari.

È proprio così che funziona il nostro cervello. In un certo senso, abbiamo bisogno di stimolare la nostra memoria… con la passata di pomodoro? E perché no!

Pensa la memoria come se fosse un muscolo da potenziare, o plastilina da poter allargare e a cui poter dare forme diverse.

Ma andiamo nel concreto e vediamo alcuni metodi per migliorare e aumentare la memoria.

Esercizi per migliorare la memoria

Fare esercizio significa allenare la mente e la memoria, tenerle attive attraverso uno sforzo quotidiano. Ovviamente, non dev’essere qualcosa di sgradevole.

Per esempio, potresti prendere l’abitudine di dedicare un po’ di tempo ogni giorno ai cruciverba, ai giochi di logica, agli indovinelli, o ai sudoku. I cruciverba, per esempio, oltre che un toccasana utile ad aumentare la memoria, sono anche utili ad accrescere le tue conoscenze.

Un altro modo per tenere la mente sempre sulle spine è quello di sforzarla di imparare nuove parole e concetti ogni giorno. Per esempio, potresti tenere delle flash cards (usa dei piccoli cartoncini su cui potrai scrivere sia fronte che retro). Le flash cards vanno compilate scrivendo una domanda, oppure una parola, che funga da quesito o da indizio su un lato, con la rispettiva risposta sull’altro. Poi non devi far altro che provare ogni giorno a leggere il lato “quesito” e provare a ricordare la risposta scritta dietro. E’ anche un buon modo per imparare nuovi vocaboli, molto usato nell’ambito delle lingue.

Sforzati, comunque, di fare una o più di queste attività ogni giorno, anche per poco tempo.

Aumentare la memoria creando (strane) associazioni

Qui devi diventare il migliore amico della tua creatività e della tua immaginazione. Proprio così: ricordare cose buffe, bizzarre e assolutamente ridicole è più facile che ricordare le cose più banali.

Tornando alla nostra bottiglia di passata di pomodoro, potresti immaginartela come il naso di un omino, composto da tutti gli altri elementi della lista della spesa. Cerca di fissare le componenti costanti dei tuoi omini: dovrai sempre (cioè ogni volta che dovrai ricordarti cosa comprare al supermercato, per esempio) usare gli stessi elementi del suo corpo. Comincia a costruire il tuo omino fin da quando ti accorgi che in dispensa è finito qualcosa: non importa se andrai a fare la spesa una settimana dopo, se gli spaghetti sono finiti oggi, comincia a decidere se saranno i capelli o la barba del tuo omino. Via via che nei giorni aggiungerai pezzi, dovrai sempre ricordarti dove avevi posizionato gli altri.

Un altro modo per aumentare la memoria sfruttando le sue abilità visive è il “metodo dei loci”. Presente nel mondo fin dall’antica Grecia, si basa sul fatto che riusciamo a ricordare le cose sfruttando la capacità di memorizzare i luoghi e gli ambienti. Posiziona mentalmente i tuoi oggetti in una stanza, per esempio, cercando di immaginare un percorso che potresti effettivamente fare. Per esempio, a partire dalla porta della cucina potresti incontrare un pacchetto di crackers (era l’ultimo!), iniziato e mai finito, che tuo figlio ha lasciato sopra la tavola (cosa che ti fa arrabbiare molto), e fai in tempo a beccare il gatto che cerca di arpionarlo (legittimamente, visto che è affamato e dovresti pur comprarli i bocconcini), e mentre ti dirigi verso il l’angolo cottura, ti accorgi che per terra c’è una buccia di banana (finite anche quelle) che, quando tenti di raccoglierla, scopri essere una maniglia per un passaggio sotterraneo che porta dritto al frigorifero, in cui trovi una carota e un cavolo a bullizzare un cipolla aperta, che piange piange e piange (e questi tre erano, guarda caso, tutti da inserire nella lista della spesa). Sbizzarrisciti!

Usa le parole e i numeri

Qualcuno di noi se la cava di più a memorizzare i suoni e i ritmi dell’orecchio, piuttosto che le immagini. Se è il tuo caso, cerca di immaginare sempre delle rime: basta inventare una breve filastrocca che includa gli oggetti che ti serve memorizzare.

Quando devi ricordare dei numeri, cerca di scomporli in cifre più piccole, che puoi associare a nozioni conosciute, come date, o il numero degli animali che hai e gli alberi che vedi dalla tua finestra. Poi crea un’immagine con tutti questi oggetti: quando ti occorrerà ricordare la cifra, dovrai solo dare la soluzione al tuo personale rebus!

Questo metodo è una variante della frammentazione: ossia quando frammentiamo i concetti per ricordarli meglio. Si può fare anche con la comune lista della spesa: immagina delle categorie (frutta, verdura, cereali, per esempio), magari seguendo i reparti del supermercato: dal ricordare 12 cose, passerai a doverne ricordare 3-7-4: guarda un po’, 3+4=7. Neanche a farlo a posta! Se ricorderai il numero di cose da comprare in un reparto, poi ti basterà vederle esposte perché ai numeri si sostituiscano gli oggetti.

Aumentare la memoria: cibi e abitudini

Infine, alcune abitudini alimentari (e non) possono esserti di aiuto per aumentare la memoria. Ecco quali:

  • Fai una dieta bilanciata: vai con i broccoli, spinaci, grassi sani, ceci, frutta secca, e altri alimenti ricchi di antiossidanti, e poi aumenta la dose di acidi grassi omega-3 (il pesce ne contiene molti) e riduci gli omega-6. Evita gli zuccheri e i grassi saturi. Fai 5 piccoli pasti invece che 3 abbondanti.
  • Dormi bene: va’ a letto e svegliati sempre allo stesso orario e dormi almeno 8 ore a notte.
  • Fa’ attività sportiva all’aria aperta e includi esercizi di respirazione, per migliorare l’afflusso di sangue al cervello e la produzione benefica di fattori neurotrofici.
  • Ridi spesso, tieni alto il tuo umore, rilassati e prenditi un animale domestico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome